Il Partinico va all-in a Monreale. Oliva: “Sfida difficile, in campo dobbiamo metterci il cuore”

La sconfitta contro l’Alqamah ha complicato inevitabilmente la strada verso la semifinale play-off del Caresse Partinico, chiamato adesso a giocarsi il tutto per tutto nel match più complicato, sulla carta, del quadrangolare della poule promozione. In casa del Monreale i ragazzi di Giacalone si giocano il tutto per tutto ed il tecnico si affida anche al giovane classe 2002, Antonino Oliva.

Per lui stagione da incorniciare, tra gol e assist con la maglia. Nonostante la giovane età è diventato un tassello importante del roster neroverde.

“La mia giovane età fa leva sull’esperienza dei miei compagni, con i quali credo si sia creato un equilibrio perfetto. In ogni partita e in campo cerco sempre di dare il massimo per questa maglia, ma credo che al margine di miglioramento non ci sia mai fine. Fuori e dentro al campo. Dico grazie al mister Giacalone, alla società e ai miei compagni, i quali non solo credono in me, ma mi aiutano a migliorarmi giorno dopo giorno. Sono un ragazzo umile e non ho mai avuto grilli per la testa. Mi impegno ogni giorno per migliorare me stesso volando basso. Spero che la serietà e l’impegnò nello sport facciano di me un giocatore adulto che sia da esempio”.

Sfida difficile quella di domani in casa del Monreale.

“Noi tutti siamo consapevoli di quanto sarà difficile questa partita, ma siamo molto determinati e abbiamo un unico obiettivo in testa, vincere e raggiungere queste semifinali. Nessuno ha la sfera di cristallo per sapere come andrà a finire, ma credo che quando ci si mette il cuore si è già un passo avanti”.  

Contro l’Alqamah cosa non ha funzionato?

“Penso che non eravamo abbastanza concentrati. Sapevamo anche quella sarebbe stata una partita complicata, ed il fattore condizionamento ci ha fatto perdere l’entusiasmo. Poi, è chiaro che abbiamo abbassato un po’ troppo la guardia e purtroppo gli errori si pagano. Adesso ci rimbocchiamo le maniche e con le spalle dritte e la testa alta puntiamo alla prossima partita perché dobbiamo andare a conquistare questa semifinale”.

 

 

Foto: La Torre