D’Arrigo fa cantare il Partinico: 3-2 al Tiki Taka, ma l’infortunio di Giangrande rovina la festa

Nonostante una formazione rimodulata in questa stagione, rispetto all’ultima, e nonostante l’infortunio patito da uno sfortunato Giangrande, la Caresse Partinico vista in campo al Centro Sportivo Valguarnera ha messo in mostra grinta e voglia di vincere, caratteristiche che hanno sempre contraddistinto le squadre del presidente Caruso.  

Si è assistito ad una partita nel complesso equilibrata con un tempo per parte anche se leggermente dominata nel numero di occasioni nitide se consideriamo le tre reti finali più tre tiri liberi parati ed altre occasioni neutralizzate dall’ottimo estremo difensore avversario, Immesi, che si è messo in evidenza. Il Titki Taka ha risposto con due reti più due legni (traversa e palo) e qualche tentativo pericoloso, bloccato dal portiere di casa.

Dopo il 2-0 messi a segno da Giangrande al 4' ed Oliva al 20', in una partita abbastanza fallosa con quattro falli per squadra già al 18' e lo scontato bonus, Cutrona sciupava la ghiotta occasione di portare il risultato sul 3-0 facendosi parare, dal Immesi, un primo tiro libero al 22' ed un secondo tiro libero che addirittura si trasformava, un istante dopo, in un terzo andato a segno stavolta con Romano per il Tiki Taka concesso per il sesto fallo sul portiere nel tentativo di ribattere in porta il suo secondo bloccato.

Si andava al riposo sul 2-1 con la Caresse dispiaciuta non tanto per le mancate occasioni d'oro per potere allungare, ma per il fallo subìto da Giangrande che non gli ha più consentito di rientrare nel secondo tempo anzi è stato costretto ad essere accompagnato da alcuni dirigenti presso l’ospedale dove è stata fatta purtroppo una diagnosi non felice.

Il colpo psicologico è stato avvertito dai nostri ragazzi a tal punto da subire pure il pareggio ancora con Romano ma la tenuta e l'esperienza della retroguardia (Abbate e Cutrona) accanto alla voglia di dedicare la vittoria al compagno infortunato, hanno ulteriormente caricato i presenti in campo che hanno amplificato le residue forze fino agli sgoccioli della gara quando finalmente il forte Immesi ha dovuto capitolare assieme ai propri compagni con una rete ormai quasi inaspettata del 3-2 finale da parte di Giovanni D' Arrigo, che concretizzava così un' ottima ripartenza ed è servita a far esplodere i tifosi neroverdi presenti.

 

Ufficio Stampa