Castellana, il ds Cisternino traccia un bilancio: ''Anno positivo, in futuro dobbiamo fare meglio''

Il Castellana al suo primo anno di Serie B ha raggiunto l'obiettivo prefissato della permanenza, con merito e serenità.

Traccia un bilancio il direttore sportivo della squadra pugliese che è stata impegnata nel girone G di Serie B, Vito Cisternino. La sua lunga esperienza nel futsal è un elemento prezioso per scrutare in casa Castellana con dovizia di particolari. 

"Stagione sicuramente positiva, il bilancio non può non tener conto del fatto che fossimo una neopromossa quest'anno. E' anche vero che con la rosa che avevamo allestito  nutrivamo qualche aspettativa in più. Purtroppo un po' gli infortuni, un po' il Covid ha creato qualche problemino nella gestione numerica del roster con qualche assenza pesante in alcuni frangenti anche piuttosto lunghi del campionato", spiega Vito Cisternino.

Il Castellana guarda già al prossimo anno, sempre in Serie B.

"Il prossimo anno stiamo cercando di migliorarci nel rendimento e nelle prestazioni. Dipenderà dagli sponsor e dai giocatori. Noi dal canto nostro cercheremo di confermare il blocco di quest'anno con qualche ulteriore innesto di qualità, probabilmente gli innesti potrebbero essere due oppure tre, ma di questo parleremo dal prossimo mese".

Una Serie B nel complesso dispendiosa anche se di buon livello qualitativo.

"Si il girone è stato molto competitivo, con tante squadre forti - conclude il ds del Castellana - le spese sono state esorbitanti ed hanno superato di gran lunga quello che era il nostro preventivo. Tra tamponi, trasferte sia nelle gare esterne che in quelle interne dove abbiamo utilizzato il campo di Putignano per la preparazione e per la prima parte del campionato, si è è speso di più di quello che era stato impostato nel budget", conclude Vito Cisternino.


emme elle