breaking news

30/11/2023 21:45

Champions, vincono Barça e Riga: sarà spareggio. Il Benfica piega il Kairat, Anderlecht e Palma ok

Seconda giornata per tre dei quattro concentramenti dell’Elite Round ma anche primo atto del girone di Lisbona, che si concluderà un giorno dopo quelli di Jelgava, Prishtina e Palma de Mallorca: solo domenica sera, dunque, avremo il quadro completo delle quattro formazioni che il prossimo maggio si giocheranno lo scettro continentale vinto la scorsa primavera dal Mallorca Palma. Sta di fatto, alcune situazioni si sono già definite in vista dell’ultima giornata in programma sabato 2 dicembre: andiamo a vedere cosa nello specifico.


GRUPPO A - Le vittorie su Etoile Lavalloise e Feldi Eboli disegnano come decisivo il confronto diretto tra Barça e Riga di sabato sera. Ai lettoni può bastare anche il pareggio, i catalani devono solo vincere, ma per il modo con il quale hanno schiantato i francesi oggi a Jelgava, sulla carta potrebbe non esserci storia… Ricardinho a parte. O’ Magico ha risolto alla sua maniera la sfida con i campioni d’Italia, sempre avanti e poi beffati a 32” dalla sirena dalla parabola del pluri Pallone d’Oro. Ma il Barça, nel pomeriggio, ha impressionato: Pito e Adolfo hanno segnato tre gol a test confermando un’intesa stellare, Matheus ha messo il sigillo sul settebello dei blaugrana contro un Etoile che nella ripresa è stato letteralmente impallinato. Vedremo sabato sera come andrà a finire. Tra Feldi ed Etoile una sfida solo di consolazione.


GRUPPO B - Il Benfica è ad un passo dalla qualificazione dopo aver battuto per 3-2 il Kairat. Aquile in versione super nel primo tempo: apre Afonso Jesus, raddoppia Diego Nunes, tutto in 4’. Tursagulov accorcia al 7’ ma Lucio Junior triplica per il Benfica al 10’. Troppo tardivo il gol di Da Silva che riapre il match: i quattro minuti rimanenti non bastano per agganciare almeno il pari che avrebbe verosimilmente spinto i kazaki verso la Final Four.


In serata, il Dobovec impatta col Prishtina 3-3 perdendo anche la flebile opportunità di poter restare in corsa per la qualificazione. Pasaricek e Knezevic portano gli sloveni sul doppio vantaggio in cinque minuti, Maxharraj accorcia le distanze ma è Cesarec a riportare il Dobovec sul +2 in avvio di ripresa. L’autorete di Pihler al 7’ rimette in carreggiata il Prishtina che a poco più di un minuto dalla sirena vede premiati i propri sforzi dal doppietta personale di Maxharraj.


GRUPPO D - Il Palma vede la qualificazione dopo la vittoria in rimonta sul KSC Lubawa, che era stato capace di recuperare con Raszkowski il vantaggio di Dos Santos. Nella ripresa uno-due nell’ultimo quarto a firma Bruno Gomes-Oledghobad, decisivo per il 3-1 dei campioni d’Europa in carica ai quali sabato basterà un punto contro l’Hit Kiev per disputare la Final Four per il secondo anno di fila.


Hit tornato comunque in corsa grazie alla vittoria di misura sull’Olmissum, costruita nella ripresa dopo che la squadra di Despotovic era andata al riposo avanti grazie a Sekulic. Nella ripresa pareggiava Abakshyn al 5’, un minuto dopo nuovamente Sekulic a segno per il 2-1 dalmata, Zhuk firmava il 2-2 e ancora Abakshyn firmava il sorpasso al 9’. L’orgoglio dell’olmissum veniva premiato dal pareggio di Kustura al 15’ ma arrivava a due soli secondi dalla fine la rete di Polochovnyi che regalava la vittoria della speranza agli ucraini. Mano alla calcolatrice: Hit in Final Four vincendo sabato con tre gol di scarto, ma non sarà assolutamente facile in casa dei detentori della corona continentale.


GRUPPO C - Primo atto del quadrangolare di Lisbona che viene aperto dalla vittoria in rimonta dell’Anderlecht sull’Haladas. Magiari che sbloccavano il risultato grazie all’autorete di Rangel dopo un minuto e mezzo, raddoppiando con Henrique al 13’20”. La reazione belga era immediata: Edu dimezzava il passivo al 14’, Tomic pareggiava al 18’ e un autogol di Santos Cassemiro valeva il sorpasso a soli sei secondi dalla prima sirena. Nella ripresa erano Marcenio all’8’ e Grillo a 90” dalla fine a fissare il 5-2 del tabellone del “Joao Rocha” di Lisbona, in attesa del debutto dello Sporting, opposto ai serbi del Loznica-Grad.


Partita che i Leoni indirizzavano subito con le reti di Zicky Te e Merlim (2-0 al 4’), andando al riposo sul 4-0 con l’uno-due di Pauleta e Diogo Santos nel corso del 16’. In apertura di ripresa Tomas Palo e ancora Pauleta allungavano sul 6-0, sussulto di Rosic per il gol della bandiera del Loznica-Grad. Lo Sporting chiudeva il conto con la seconda rete personale di Merlim e la doppietta finale di Neves, per il 9-1 conclusivo.


I RISULTATI DELLA 2ª GIORNATA

(CLICCA QUI PER IL QUADRO GENERALE DEI LIVE)


Gruppo A

Etoile Lavalloise-Barça 0-7 FINALE

Riga-Feldi Eboli 5-4 FINALE

Classifica: Riga 6, Barça 4, Feldi Eboli 1, Etoile Lavalloise 0


Gruppo B

Kairat Almaty-Benfica 2-3 FINALE

Prishtina-Dobovec 3-3 FINALE

Classifica: Benfica 6, Kairat Almaty 3, Dobovec e Prishtina 1


Gruppo C (prima giornata)

Anderlecht-Haladas 5-2 FINALE

Loznica Grad-Sporting Lisbona 1-9 FINALE

Classifica: Anderlecht e Sporting Lisbona 3, Loznica Grad e Haladas 0


Gruppo D

Olmissum-Hit Kiev 3-4 FINALE

Palma-KSC Lubawa 3-1 FINALE

Classifica: Palma 6, Hit Kiev e KSC Lubawa 3, Olmissum 0



* una partita in più








Foto: l'esultanza di Cainan e Rangel dopo la rete dell'azzurro per il momentaneo 3-2 sull'Haladas (RSCA Futsal)