Opificio 4.0-Sandro Abate, è una gara a scacchi da pari e patta: ad Ugherani risponde Cesaroni

Pari e patta. In uno dei due anticipi della quinta giornata di Serie A, al PalaErcole di Policoro, Opificio 4.0 CMB e Sandro Abate Avellino si spartiscono la posta in palio con un pareggio per 1-1. Il punto alla fine può accontentare entrambe le formazioni che adesso potranno rifiatare fino al turno del prossimo weekend.

Partenza a mille per la Sandro Abate che dopo poco più di un minuto, sugli sviluppi di una palla inattiva, trova il gol del vantaggio con Ugherani alla seconda rete del suo campionato (0-1). La formazione di Angelini negli spazi si muove bene e al 4’, in una veloce ripartenza causata da una perdita di palla di Oitomeia, è Weber a metterci una pezza su conclusione dell'ex Ramon.

Reagisce il CMB, con Perez che deve sbrogliare davanti alla sua porta due scambi velocissimi dei padroni di casa ad opera di Josete e poi di Stazzone il cui tiro viene murato inavvertitamente da Andres Santos quando la corsa della sfera sembrava destinata in rete. Ma è capitan Cesaroni a togliere le castagne dal fuoco per il CMB: break a centrocampo di Stazzone che ruba palla ad una avversario e serve a Cesaroni il quale ben appostato davanti alla porta deposita in rete per l’1-1 al minuto 10’04’’. Intanto fa il suo esordio in Serie A tra i padroni di casa il pivot Salvatore Di Pietro, ex Taranto e Dream Team che si ritaglia qualche minuto di gloria. Al 14’ Oitomeia scambia con Di Pietro e fa partire un diagonale che costringe il portiere della Sandro Abate ad un intervento risolutivo coi piedi. Un lampo di Santos quasi allo scadere del primo tempo stava per regalare il vantaggio alla formazione di mister Nitti.

Ad inizio ripresa prova il CMB a farsi sotto con alcuni attacchi insistiti, ma al 5’ la grande opportunità è per la Sandro Abate. Scarico centrale errato, se ne va in contropiede la compagine ospite con conclusione a botta sicura di Ramon con ribattuta sulla linea di Stazzone a Weber battuto. Lo stesso portiere brasiliano al 10’33’’in una delle sue sortite offensive costringe con un bolide da metà campo il suo collega Tiagho Perez a rifugiarsi in angolo con Leitao minaccioso a due passi. Partita che viaggia sul filo del sottile equilibrio, al 14’ ci prova Dal Cin a scaldare i guantoni al portiere della squadra di casa. Nel finale il pallone scotta, le difese prevalgono sugli attacchi avversari e senza scossoni si arriva al suono della sirena che sancisce una parità tutto sommato giusta (1-1) in un match valido dal punto di vista tattico ed anche tecnico.  

 

 

OPIFICIO 4.0 CMB MATERA-SANDRO ABATE 1-1 (pt 1-1)

OPIFICIO 4.0 CMB MATERA: Weber, Pulvirenti, Leitao, Cesaroni, Oitomeia, Josete, Stazzone, Santos, Perrucci, Braga, Arvonio, Di Pietro, Strippoli, Nucera. All. Nitti
SANDRO ABATE: Perez, Ugherani, Abate, Dalcin, Avellino, Petrillo, Festa, Santoro, Ramon, Richar, Bizjak, Pazetti, Danicic, Rizzo. All. Angelini
ARBITRI: Dario Pezzuto (Lecce), Dario Di Nicola (Pescara), crono: Arrigo D'Alessandro (Policoro)

MARCATORI: pt 1'20'' Ugherani (SA), 10'04'' Cesaroni (CMB)

NOTE: ammoniti Pulvirenti (CMB), Ramon (SA), Santos (CMB), Danicic (SA)


emme.elle



foto: ASD Sandro Abate Five Soccer


 


Galleria