Del Ferraro striglia la Pirossigeno: "Andiamo a Molfetta per prenderci quello che ci meritiamo"

Non c'è tempo per leccarsi le ferite dopo la sconfitta bruciante nel match di Coppa Italia di Serie A2 con la Futsal Cesena, che ha impedito alla Pirossigeno Cosenza di andarsi a giocare la Final Four. I rossoblù, agli ordini di mister Tuoto e dello staff tecnico, hanno subito iniziato a preparare il prossimo impegno di campionato. Si giocherà domani, sabato 18 febbraio, con calcio d'inizio alle ore 16, al PalaPoli di Molfetta. Avversaria dei lupi la compagine pugliese delle Aquile, attualmente al dodicesimo posto in graduatoria con 15 punti, nella gara valevole per la ventitreesima giornata del girone C di Serie A2.


Ma come Leonardo Del Ferraro facciamo un passo indietro e torniamo al ko con i romagnoli, che ha sbarrato la corsa alla Pirossigeno proprio alla vigilia della fase finale.


“La partita di mercoledì con il Cesena l’avevamo preparata benissimo, abbiamo sfruttato il turno di riposo per studiare e lavorare sui nostri avversari, anche se avere in testa questa partita per 10 giorni a livello mentale ti distrugge, perché la voglia era tanta di passare il turno e mercoledì non arrivava mai. Abbiamo avuto tante occasioni per chiudere la partita sia nel primo che nel secondo tempo e si sà queste sono gare che se le porti avanti con un solo gol di margine finiscono per complicarsi, soprattutto al cospetto di squadre di qualità come il Cesena, in particolare nella fase difensiva. E quando crei almeno una dozzina di pallegol e non la chiudi devi stare attento al contropiede. C’è rammarico, veramente, perché era una partita alla quale tenevamo molto, per portare questa società a giocare una Coppa Italia che è sempre un traguardo di prestigio”.


Del Ferraro ha subito spostato le proprie attenzioni sulla trasferta di Molfetta.


“Dobbiamo rialzare subito la testa e concentrarci sul nostro primo obiettivo stagionale, quello della matematica promozione in A2 Elite: sia io che tutti i miei compagni, ma anche lo staff tecnico, ha preso questa sconfitta come una forza in più per andarci a prendere quell’obiettivo. Sabato andiamo a Molfetta, una squadra che a dispetto della classifica è molto forte, con dei buoni giocatori che giocando in casa avrà voglia di far punti, per cui noi dobbiamo farci trovare pronti per andarci a prendere ciò che meritiamo. Colgo questa occasione per ringraziare e dare la forza a tutti i miei compagni, allo staff e alla società perché il campionato è ancora lungo ma unendoci ancora di più ci toglieremo grandi soddisfazioni”.