breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

04/06/2021 21:00

Dozzese, mister Leo Vanni: ''Grangiorgione squadra di grande qualità, ma abbiamo le nostre armi''

Dentro o fuori. La Dozzese si avvicina al match di domani contro la Tiemme Grangiorgione per giocarsi il passaggio in finale. Una gara difficile, tra due squadre che, tra l'altro, si sono affrontate sabato scorso anche nell'ultima giornata di regular season. 

A raccontare il momento della squadra è il tecnico della Dozzese Leonardo Vanni.

"Dal punto di vista psicologico posso dire che abbiamo recuperato, perché dopo la partita persa a Forlì eravamo in difficoltà. Ci siamo ripresi abbastanza bene, anche se abbiamo rischiato di rimanere fuori dalle quattro, pagando anche le assenze. Abbiamo ancora qualche piccolo problema a livello di infortuni, anche perché è un periodo strano e non siamo abituati ad arrivare così lunghi con i tempi per una stagione. Posso dire comunque che abbiamo lavorato bene, siamo sul pezzo. Affrontiamo una squadra che sicuramente ha qualcosa in più di noi dal punto di vista individuale, giocatori di levatura superiore, ma anche noi abbiamo delle armi e delle situazioni di gioco che interpretiamo meglio rispetto a loro. Come si dice, il campo è galantuomo e sarà lui a decidere. Spero che sia così, perché si affrontano squadre con giocatori di categoria superiore, il livello è molto alto, e spesso abbiamo riscontrato che gli arbitri non sono abituati anche a gestire questo tipo di impatto fisico ed il ritmo di queste gare". 

Il tecnico poi entra più nel dettaglio della sfida.

"Dovremo essere bravi a giocare le seconde palle - spiega Vanni - perché credo che l'intensità fisica sarà alta e che proprio le seconde palle potrebbero essere decisive. Affrontiamo una squadra che ha grande tecnica nell'uno contro uno, quindi dovremo essere bravi nelle chiusure e nei raddoppi difensivi. Una nota da sottolineare è che saremo l'unica squadra a dare minutaggio ad un ragazzo 2003 italiano, e questa è una piccola spilla che vogliamo "appuntarci". Ognuno di noi ha voglia di vincere, come è normale, ma credo che la cosa più importante sia andare in campo e divertirci". 

esp. 





foto: sabatosera.it