breaking news

14/02/2021 13:56

Fanno tutto loro due: Fortino e Arillo, un tempo a testa. E il Napoli brinda al 13 sullo Stretto

Il Napoli fa 13 vittorie consecutive, partita mai in discussione sul campo del fanalino di coda Messina che ha messo un po’ in difficoltà i partenopei nei primi minuti. Ancora out Turmena, ai box anche Amirante, fuori per squalifica De Simone, la gara è stata decisa dai poker di Fortino, nuovo re dei bomber nel girone D di A2 e Arillo. Vantaggio di sette punti sul Polistena (stesso numero di partite disputate adesso) che non gioca col Piazza Armerina (tre casi Covid per questi ultimi) e proprio la gara con i siciliani, in programma venerdì prossimo a Cercola, potrebbe essere rinviata. 

PRIMO TEMPO - Prima chance per Renoldi, palla a lato. Dall'altra parte subito risponde Barbosa, il cui tocco non inquadra lo specchio. Salvataggio sulla linea che nega a Perugino la gioia del goal, poi doppia occasione targata Piccolo e Torres per i locali. Basile chiama subito time-out non contento dell'atteggiamento dei suoi ed a 5'13" un errore dell'estremo difensore messinese in avanzamento regala palla a Fortino che firma lo 0-1 a porta sguarnita. Reazione affidata alla conclusione di Barbosa, Arillo non approfitta di un altro break azzurro. Asse Ganho-Robocop, lo scavetto di quest'ultimo si spegne sul fondo. A 9'30" il fresco nazionale italiano è strepitoso, due avversari a sedere ed assist per la doppietta facile di Fortino. 


Il Napoli insiste ed il numero uno di D'Urso si oppone al tiro di Attilio su schema da fermo, non può nulla successivamente sul tap-in di Robocop a seguito della staffilata del capitano (0-3). Continua il duello tra Arillo e Torres, sull'altro fronte sempre Barbosa a tu per tu con Ganho spara alto. Hozjan da due passi non riesce a convertire in rete il passaggio da fallo laterale di Foglia. A 17'00" i partenopei commettono la sesta scorrettezza: Giordano dai dieci metri sigla l'1-3. Chilelli si divora il poker, perentorio però quello di Fortino con anche la suolata ad eludere l'avversario su suggerimento di Renoldi per l'1-4. Non è ancora finita, recupero di Milucci di cui approfitta il suo compagno numero 9 che, evitato Corrieri, si lancia in solitaria e deposita la sfera in fondo al sacco per l'1-5 con cui va in archivio la prima frazione.

SECONDO TEMPO - Alla ripresa dei giochi Foglia insidioso in due circostanze. Neanche a dirlo Arillo a coronamento di un'altra strepitosa prestazione ubriaca tutta la difesa avversaria ed il portiere per un 1-6 da capogiro (7'34"). Il suo tris personale quattro minuti più tardi grazie allo scambio con l'ex pivot del Lido di Ostia. Ganho risponde presente sulla bordata centrale di Colavita e due volte superbo su Piccolo. In transizione ci prova anche Daniele. Venuto, subentrato a Torres, è superlativo sulla botta sicura di Milucci. Nuovamente il giovane numero 5 di Basile calcia alto da ottima posizione. Splendido lavoro sulla destra dell'Imperatore, Arillo nel mezzo letale per la sua quarta realizzazione che fissa a 18'17" il punteggio sul definitivo 1-8. 

Ultimi brividi per la retroguardia messinese sui piedi dello stesso Milucci e di Foglia, che coglie il palo. Finisce così e la capolista consolida il primato e prepara la nuova sfida al Regalbuto, recupero della prima giornata, martedì 16 febbraio al Centro Sportivo Cercola, alle ore 15 in diretta fb sulla pagina del Napoli e su Piuenne canale 17, in differita sempre su Telecaprisport e CalcioNapoli24tv. 


VEDI QUI GLI HIGHLIGHTS 


SIAC MESSINA-FF NAPOLI 1-8 (pt 1-5)

SIAC MESSINA: Iborra, Gabriel Barbosa, Corrieri, Colavita, Piccolo, Silipigni, Arico, Nicolosi, D'Angelo, Abdelbaky, Giordano, Venuto. All. D'Urso

FF NAPOLI: Ganho, Perugino, Arillo, Renoldi, Fortino, Ciacotti, Daniele, Hozjan, Milucci, Chilelli, Foglia, Capiretti. All. Basile

ARBITRI: Francesco Saverio Mancuso (Vibo Valentia), Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria), crono: Domenico Sacca' (Reggio Calabria)

MARCATORI: pt 5'13, 9'30" e 13'12" Fortino (N), 17' t.l. Giordano (M), 17'55" Fortino (N), 19'21" Arillo (N), st 7'34”, 11'05" e 18'17" Arillo (N)

NOTE: ammoniti Renoldi (N), D'Angelo (M), Hozjan (N), Giordano (M)