Fenice, Celin fa il punto: “Superato bene un trittico complicato ma con i Saints ne inizia un altro”

Sull'onda del successo contro il Lecco, la Fenice Veneziamestre è pronta ad affrontare l'impegnativa trasferta lombarda contro i Saints Pagnano. I tre punti hanno galvanizzato la truppa di Landi, anche perché erano arrivati contro una delle formazioni che all'inizio doveva essere una delle più serie candidate ai primi posti.

"Ma sono sicuro che il Lecco avrà modo e tempo di recuperare - commenta il vice presidente della Fenice, Federico Celin -. Sono una squadra che ha grandi ambizioni e una rosa competitiva. Da quanto sento poi, tornerà sul mercato in questa finestra invernale, perché la posizione di classifica non è quella che si aspettavano. Noi abbiamo appena superato un trittico di partite che alla vigilia sembrava dovesse condannarci a non conquistare punti. Mestre, Petrarca e Lecco. Invece ne usciamo con quattro, rafforzati in classifica, in convinzione e morale.  Punti fondamentali per il nostro obiettivo, quella salvezza che vorremmo conquistare prima possibile. Siamo praticamente la squadra della passata stagione, con il cambio alla pari tra Martinez e Difonzo. Con un Persec che lo scorso anno era in stato di grazia e quest'anno ha dovuto risolvere qualche problema fisico ma è già a quota undici reti stagionali".

E domani la sfida con i Saints, a pari punti a quota 10 in classifica, consentirebbe di mettere altro "fieno in cascina".

"Attenzione, domani cominciamo con un altro trittico di livello. Prima in Lombardia, poi Leonardo ed Elledì. ll Pagnano lo scorso anno è stato l'unica squadra che ci ha fermato nel nostro straordinario girone di ritorno. E' vero, è stato nell'unica giornata in cui non avevamo Persec, ma alla fine con i Saints abbiamo perso due volte nello scorso campionato. Un vantaggio è che non giocheremo nel loro solito palazzetto di Merate, ma in un campo che potrebbe essere per noi congeniale.  Ma avremo di fronte una squadra che ha saputo mettere in difficoltà la Leonardo perdendo di una sola rete, che ha vinto con il Lecco e che ha retto contro il Petrarca. Questo a dimostrazione che quest'anno nel nostro girone, Petrarca a parte, tutti possono vincere con tutti. Dietro Pistoia e Altovicentino possono essere in difficoltà, per il resto sembrerebbe ci sia un assoluto equilibrio dietro i padovani. Tranne forse per lo Sporting Altamarca che oltre ai due pivot che sanno spostare gli equilibri, hanno anche i due nuovi laterali che fanno la differenza".


a.t.