Foletto è pronto per la partita dell'anno: ''Dallo Sporting mi aspetto una prestazione memorabile''

Il destino ha voluto che la promozione possa arrivare nell'ultima partita che lo Sporting Sala Consilina giochera al PalaCappuccini. Chissà se Darci Foletto lo aveva calcolato, lui che è abituato a studiare le partite… La cosa che viene spontaneo chiedere al tecnico salese è se pensa anche lui che sarà un'occasione unica per lasciare un ricordo indelebile? 


“È l’opportunità vera di vincere in casa, ma le partite vanno giocate, quindi vediamo dopo i 40 minuti se riusciremo a vincere e a portare questo sogno della Serie A2 a Sala Consilina”. 


- Peccato solo che non ci saranno i tifosi: quanto sono mancati alla squadra?


“I tifosi sono la benzina di ogni squadra e purtroppo i ragazzi nuovi non hanno visto cos’è il tifo di Sala Consilina, è magnifico e manca tanto a tutti”.


Con Folletto ripercorriamo il campionato. E' andato tutto liscio fino a metà febbraio (se togliamo il solo infortunio di Ferreira), poi i ko con AP e Benevento hanno lasciato il segno sul piano psicologico, una volta ripreso a correre ci si è messo di mezzo il Covid, per finire tre recuperi in sette giorni.


- Se vogliamo dirla tutta... non vi siete annoiati…


“Hai detto bene, è sucesso di tutto in questa stagione, il bello e il brutto... l’infortunio grave di Ferreira, due sconfitte che ci hanno tolto la Coppa Italia e poi questa brutta malattia. Ma di bello c’è stato il nostro gioco, le vittorie, l’amicizia del gruppo e una società sempre vicina”.


- Come affronterai la partita di questo pomeriggio? Cosa hai predicato ai tuoi giocatori questi giorni e cosa ti aspetti di vedere da loro in campo?


“È la partita della nostra stagione, sapendo di poter contare su tutti e giocarsela al massimo, senza paura di dover rischiare più niente, come infortuni o stanchezza per il Covis… è acqua passata. Mi aspetto dai ragazzi una partita memorabile per coronare questo sogno, perché meritiamo questa Serie A2”.