Bissuola, profilo basso per il ds De Pieri: "A Padova come favoriti? Non ci sono mai gare scontate"

Decima di andata per il Bissuola: l'ultimo ostacolo, prima del big match del girone B di cadetteria contro il Maccan Prata tra dieci giorni, si chiama Padova, con una trasferta che sabato potrebbe permettere agli "Snakes" di arrivare alla sfida con i friulani ancora in testa. Ma prima bisogna passare indenni in terra patavina.


"Magari a Padova andremo come favoriti per continuità di risultati mostrati in stagione - commenta il ds gialloblù Simone De Pieri, artefice, assieme a mister Nicola Paglianti della costituzione della rosa della matricola che sino a ora sta sorprendendo - però con tutte le partite di Serie B sino a ora disputate, questo si è dimostrato un campionato durissimo. Lo stiamo vivendo sulla nostra pelle perché questa è la nostra prima volta, lo stiamo capendo a poco a poco. Non ci sono mai partite scontate. Basta pensare a quanta fatica abbiamo fatto con il Futsal Atesina, con cui abbiamo vinto 4-1 ma che per un pezzo di partita ci ha fatto vedere i "sorci verdi". Andiamo a Padova per fare il meglio che possiamo, consapevoli di quanto siamo in difficoltà oggi con una rosa che è corta. Senza Rexhepaj ed Er Raji, recuperando però Nalesso dalla squalifica. Non ci nascondiamo, questo è certo. Abbiamo raggiunto matematicamente l'obiettivo della Coppa Italia che ci eravamo posti quando avevamo visto che il campionato stava prendendo una certa piega. Non ci nascondiamo, anche perché poi avremo un vero esame di maturità la settimana prossima contro il Maccan Prata. Quella sfida dirà tanto. Dopo Cornedo ci eravamo detti che avremmo dovuto affrontare le quattro successive sfide e ottenere dodici punti per arrivare ad affrontare Maccan. Con Padova siamo all'ultimo step, poi vediamo".


- Cosa vorrebbe trovare sotto l'albero di Natale il ds De Pieri?


"In realtà di solito i regali li faccio io e in questo caso vorrei la disponibilità per poter prendere giocatori al Bissuola. A parte lo scherzo, vorrei vedere un Bissuola competitivo sino alla fine; non dico che possa vincere il campionato, ma che sia competitivo sino all'ultima giornata e che si possa giocare le sue carte sino alla fine".