Ferla, lunga sosta prima della finalissima playoff. Il diesse Pantano: “Siamo un gruppo fantastico!"

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per il Ferla che si qualifica direttamente alla finalissima per i play-off, dove incontrerà la vincente del girone A (vale a dire 3M Calcio a 5, Palermo Calcio a 5 e Sporting Alcamo, quest’ultima già in finale del medesimo girone) il 20 aprile prossimo. 

Ma intanto, in casa giallonera, è tempo di fare festa ed è il tempo di godersi questo secondo posto suggellato dalla vittoria su La Madonnina. A parlarne è il direttore sportivo Salvatore Pantano. 

“Ci siamo preparati bene durante quest’ultima settimana sia fisicamente sia soprattutto mentalmente, consapevoli del fatto che andavamo a giocarci l’acceso diretto alla finale regionale. Ci aspettavamo un avversario agguerrito pur non avendo obiettivi stagionali una volta raggiunta la salvezza, che sarebbe venuto a giocare la partita qui senza alcuna pressione. Sicuramente non sono venuti a fare la gita a Ferla; complimenti a loro. Andati sul doppio vantaggio abbiamo subìto la rimonta della squadra ospite, ma fortunatamente non abbiamo ceduto mentalmente e con pazienza e gioco martellante ci siamo andati a prendere questa vittoria importantissima, frutto della forza del grande gruppo che abbiamo costruito che ci apre le porte della finale regionale”.

Il bilancio stagionale, almeno per quanto riguarda la regular-season. 

“Una stagione bellissima, preparata al meglio da tutti, presiedente in primis e tutta la dirigenza, passando allo staff tecnico guidato da mister Di Stefano e mister Palazzo quale suo collaboratore. Non da meno le nostre ‘bandiere’ che sono capitan Di Giorgio, Ganci e Giansiracusa, giocatori strepitosi e Ferlesi, passando poi alle riconferme di Petriglieri, Passanisi e Misenti e con l’aggiunta per questa stagione di Rinaudo, Garofalo e Sammito. Per quanto riguarda lo svolgimento della stagione purtroppo siamo stati penalizzati dagli infortuni di Rinaudo e Petriglieri praticamente assenti tutto l’anno; Rinaudo è rientrato da poco e naturalmente non al meglio della forma, ma non voglio cercare alibi. Questi infortuni ci hanno penalizzato si da un lato, ma dall’altro ci hanno unito ancora di più ed ogni componente della rosa ha dato quel qualcosa in più per sopperire all’assenza dei compagni. Un gruppo veramente fantastico. Soddisfatto del risultato ottenuto e di aver combattuto fino alla il campionato contro una grande squadra come l’Acireale; complimenti anche a loro”.

Quasi un mese di sosta che consentirà di arrivare con meno partite sulle gambe e con il massimo della preparazione tecnica per affrontare prima la finale play-off e poi gli eventuali spareggi nazionali (previsti prima contro Calabria e poi contro la vincente tra Campania e Basilicata). 

“Ora ci prepareremo al meglio per andare a giocarci la finale giorno 20 aprile. Sarà una gara secca ed entreranno in campo altri fattori, oltre la parte tecnica e tattica, le finali sono così. Un singolo episodio può svoltare la partita e fare la differenza tra vittoria e sconfitta, ma io sono già contento così passando un altro mese con i ragazzi e tutta la dirigenza passando ore di allenamento i ragazzi e noi ore discussioni cercando di prepara al meglio la partita in ogni minimo dettaglio perché portare il nostro piccolo borgo in Serie B sarebbe veramente qualcosa di straordinario, perché alla fine siamo un gruppo di amici che condividiamo tutti la stessa passione il calcio”.