Godego, Farronato non si fida del Montecchio: "Attenzione, hanno messo in difficoltà Malo e Pupi"

Archiviato il pareggio con l'Union Borgo P5 per 2-2 di venerdì scorso, il Futsal Godego si appresta ad affrontare domani in trasferta il Montecchio, neopromosso e attualmente terzultimo nella classifica della Serie C1 veneta. Alla vigilia della gara abbiamo deciso di interpellare l'allenatore dei castellani, Nicola Farronato, per capire che cosa potremmo aspettarci dalla sfida contro i biancorossi.

- Mister, come sta il Godego in vista della sfida al Montecchio? 

"La squadra sta bene. Ci sono giocatori che hanno fatto dei passi enormi in pochi mesi. Facciamo ancora moltissimi errori che spero siano dei passaggi obbligati di crescita per una squadra molto giovane. Venerdì potrebbero mancarci alcune pedine importanti, ma ormai siamo abituati all’emergenza". 

- Il vostro avversario è terzultimo in classifica: davvero basta essere concentrati per non sottovalutare l'avversario? O ci vuole anche qualcos'altro? 

"È una domanda sempre scomoda perché qualunque risposta, nella migliore delle ipotesi, sarebbe banale o, nella peggiore, rischierebbe di farmi fare figuracce. Ad ogni buon conto, una certezza c’è: il Montecchio è una squadra viva che ha messo in difficoltà sia il Malo che il Pupi, che rappresentano realtà economiche ben differenti dalle nostre. Anche solo queste considerazioni rappresentano un campanello d’allarme".

- Cosa sapete del Montecchio?

"So che hanno un ottimo mister, che hanno una squadra giovane e che fanno della corsa e del cuore le proprie armi migliori".

l.m.