Godego, ostacolo Conegliano. Azzolin: "Dovremo stare attenti a noi stessi e osare anche un po'"

Una sfida difficilissima attende questa sera il Futsal Godego. La formazione castellana, infatti, in occasione della 23a giornata di Serie C1 veneta scenderà in campo alle 21.30 tra le mura amiche della BèlBoté Arena di Tombolo per accogliere l'Atletico Conegliano, seconda forza del massimo campionato regionale e a caccia di una vittoria che potrebbe proiettarlo almeno per una settimana in cima alla classifica. La compagine rossonera però ha assolutamente bisogno di punti per provare a mantenere vive le speranze di salvezza e arriva a questa gara con il massimo della determinazione, come raccontato alla vigilia dall'estremo difensore Matteo Azzolin. 

- Come avete lavorato in vista della sfida con il Conegliano? Avete tratto spunti interessanti dal pareggio con la Gifema? 

"Ci siamo allenati più intensamente per trovare una maggiore amalgama con i nuovi compagni. Inoltre abbiamo provato alcune nuove situazioni per fare i punti che ci servono. Dopo la partita con la Gifema abbiamo ancora più consapevolezza che dipende tutto da noi".

- Quali caratteristiche dell'Atletico dovrete tenere d'occhio?

"Il Conegliano è una squadra equilibrata ed esperta. Dovremo stare attenti a noi stessi più che a loro nei momenti della partita, osando anche un po’ visto che nella partita di andata li abbiamo  messi in difficoltà. Quello che non deve mancare sempre è l’intensità che richiede questo sport".

- Ora cosa serve per non smettere di credere nella salvezza?

"Come ho detto ai miei compagni questa settimana, basta un click mentale. Abbiamo fatto vedere più volte, ma con scarsa continuità, le caratteristiche di una buona squadra. Dobbiamo quindi ancorare la nostra mente a quei momenti e scendere in campo con quell’atteggiamento".


l.m.