Futura, che spirito! Fiorenza: “Stanchezza e difficoltà di rotazione sono passate in secondo piano”

La Futura brilla contro il Benevento, si prende tre punti importanti in ottica A2 Elite aggiudicandosi uno scontro diretto, e lo fa nonostante un roster falcidiato dagli infortuni (un grande auguro di pronta guarigione da parte di tutta la redazione di Calcio a 5 Anteprima, a Giuseppe Scopelliti recentemente operato al ginocchio, n.d.r.).

Ma il segreto di questa squadra, come dichiara mister Fiorenza al termine dell’incontro ai microfoni di Giovanni Mafrici, è soprattutto nell’attenzione mentale che mette in campo.

“Vincere  era quello che volevamo – dice Fiorenza. – Cercavamo di dare continuità dopo il pareggio di Canosa, arrivato anche quello in condizioni difficili. Anche col Benevento le rotazioni erano ridotte, ma non significa che questa squadra non abbia lo spirito o le capacità per affrontare questo tipo di partite e questo rush finale. Per fortuna c’è stato anche l’apporto dei fratelli Squillace o anche giocatori come Falcone che sta trovando maggiore minutaggio. Ecco, la loro mano di aiuto, dando respiro a tutti quanti, è altrettanto importante. Stanchezza e difficoltà di rotazioni sono passate in secondo piano quando mentalmente sei predisposto a fare grandi prestazioni…”.

Una corsa liberatoria dopo il gol di Zamboni che ha chiuso di fatto i conti.

“Liberare la tensione accumulata, ma è anche la passione e la stima che ho verso questi giocatori, questa società e per quello che facciamo. È giusto che sia così e poi è anche bello che il pubblico possa godere di queste vittorie ed i ragazzi gioire insieme a loro”.

 

CLICCA QUI PER LA VIDEO-INTERVISTA COMPLETA