breaking news

12/06/2021 19:27

Futura dai due volti, il Benevento ringrazia. Da 4-1 a 4-5 in 1’52”: ma che gol ha fatto Ranieri?

Che sarebbe stata una finale spettacolare lo si sapeva ampiamente, eppure Futura e Benevento vanno al di là delle aspettative, regalando un incontro assolutamente degno di questo sport e confermando che entrambe hanno davvero poco a che fare con la Serie B.

Primo tempo che la Futura domina e chiude avanti 4-1, tutto il contrario della ripresa dove cala sul piano fisico, subendo la rimonta dei sanniti che si concretizza in meno di due minuti effettivi (1’52’’ per l’esattezza). Da sottolineare il gol del portiere Ranieri che, uscito palla al piede, trova il pallonetto del momentaneo 4-4.

PRIMO TEMPO – Avvio scacchistico tra le due squadre. Futura all’impostazione, Benevento d’attesa. Reggini privi di Cividini e Labate (squalificati), sanniti che tornano a giocare dopo un mese di stop. Ed è forse questo aspetto, a conti fatti, che ha deciso la sfida, con un maggiore piglio dei giallorossi specialmente nella ripresa, dopo una prima frazione, come detto, tutta appannaggio dei gialloblù che pagano probabilmente i tanti impegni sostenuti fin qui.

È Pannuti, indemoniato, a sbloccare il parziale sfruttando l’assist di Everton che, pur non essendo al top della condizione, gioca una gara esemplare. Il gol subìto scuote gli ospiti che colpiscono un palo con Virenti, mentre Everton sfiora il raddoppio in due occasioni. Prima in spaccata prima e poi con il destro che trova il miracolo di Ranieri. Serve un episodio al Benevento ed arriva all’11’ sullo schema di punizione battuto da Stigliano. Volonnino riceve si gira e pareggia. Tutto da rifare per la Futura che ritorna però in vantaggio poco dopo. Colpo geniale di Zamboni (da centrocampo!) con la punizione battuta direttamente verso la porta che sorprende Ranieri. Padroni di casa nuovamente in vantaggio e che legittimano la supremazia territoriale. Trovato apre il giro e Pedotti si infila nel corridoio, rientra sul destro e fa secco Ranieri per il 3-1 a 4’21’’ dall’intervallo. Futura che si salva con il bravissimo Tornatore, il quale si immola su Botta che aveva recuperato il pallone a Trovato. L’azione prosegue e sulla linea Zamboni di schiena dice di no sulla conclusione di Volonnino. Nel finale Futura ancora in gol, ancora con Pedotti che si inserisce alla perfezione alle spalle di Everton (che lo smarca con la suola) e supera Ranieri col tocco sotto.

All’intervallo è 4-1, sostanzialmente meritato, per una Futura praticamente perfetta.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa i padroni di casa danno l’impressione di voler tirare un po' il fiato, lasciando l’iniziativa al Benevento che, col trascorrere dei minuti, cerca sempre con più insistenza il gol per dimezzare lo svantaggio. Eppure la prima occasionissima è dei padroni di casa. Miracolo di Ranieri su Trovato. Poi, come accaduto nel primo tempo, a parti invertite, è Botta che si inventa una conclusione a sorpresa su calcio di punizione dal limite, superando così Tornatore. È il momento clou del match ed il Benevento accorcia ulteriormente stavolta con Calavitta, che la spinge in rete dopo il gran numero di Stigliano. Giallorossi letteralmente in trance agonistica, Ranieri recupera il pallone dalla sua porta, lo mette giù arrivando fino a centrocampo, vede Tornatore leggermente fuori dai pali e lo beffa con un velenoso pallonetto. È il punto del 4-4 che fa saltare di gioia la squadra ospite che ora, come non mai, ci crede dopo aver rimesso in piedi una partita che sembrava potesse avere tutt’altro esito.

E su questa spinta emotiva il Benevento mette la freccia e per la prima volta nel match passa a condurre: Stigliano pesca il sette, nulla da fare per Tornatore. È il 5-4 ospite.

A questo punto la Futura prova a riaffacciarsi dalle parti di Ranieri, Everton e Pannuti non riescono ad arrivare di un soffio sul secondo palo, mentre Stigliano salva tutto su Sgrò. La difesa avversaria regge bene l’urto anche grazie ad un Botta che, col trascorrere dei minuti, ha messo in mostra tutta la sua classe e la sua esperienza.

Finisce quindi con la vittoria del Benevento che strizza l’occhio alla A2, ma è tutto rimandato al match di ritorno del PalaTedeschi. Futura che ha solo un risultato utile a disposizione e certamente col rientro di Cividini e Labate, mister Fiorenza avrà due armi importanti in più a sua disposizione.  


PLAY-OFF SERIE B (andata)

FUTURA-BENEVENTO 4-5 (pt 4-1)

FUTURA: Amaddeo, Pannuti, Trovato, Mallimaci, Modafferi, Everton, Zamboni, Tornatore, Pedotti, Sgrò, Giardiniere, Falcone. All. Fiorenza.
BENEVENTO: Ranieri, Virenti, Calavitta, Botta, Galletto, Stigliano, Di Luccio, Volonnino, Guido, Brignola, Cerrone, De Filippo. All. Oliva.
ARBITRI: Zingariello di Prato e Pubblico di Roma 1. Crono: Pagano di Catania.
MARCATORI: pt 3’35’’ Pannuti (F), 10’53’’ Volonnino (B), 13’07’’ Zamboni (F), 15’39’’ Pedotti (F), 19'12’’ Pedotti (F), st 11’22’’ Botta (B), 12’30’’ Calavitta (B), 12’44’’ Ranieri (B), 13’14’’ Stigliano (B).
NOTE: ammoniti Ranieri (B), Zamboni (F), Galletto (B), Calavitta (B).

 

cant
(foto: Tripodi)