Gear Siaz, un debutto in chiaro-scuro: un Bernalda cinico la spunta dopo un match equilibrato

Si chiude con una sconfitta la prima di campionato in terra lucana. I biancazzurri della Gear Siaz Piazza Armerina si arrendono al cinismo del Bernalda che, in una gara molto equilibrata, riesce nei minuti finali a fare suo il match lasciando parecchi rammarichi ai ragazzi di Goulart risultati in più occasioni spreconi ed egoisti.


LA CRONACA - I biancazzuri si presentano a Bernalda privi dello squalificato Castronovo e del pivot verde-oro Gomes, fermo ai box per problemi fisici.


La gara è subito in salita per gli armerini che in meno di cinque minuti si ritrovano sotto di due reti con un doppio colpo ravvicinato che rischiava di compromettere sin da subito la gara, gli ospiti invece reagiscono bene ed un colpo di genio di Gallinica, che va in rete con un pallonetto da quaranta metri, riaccende i biancazzurri che pochi minuti dopo trovano il pareggio con capitan Fabinho.

La gara si accende e le due compagini non si risparmiano con continui capovolgimenti di fronte che vedono poco precise e ciniche entrambe le compagini.

Nella ripresa le fatiche di un ritmo forsennato iniziano ad annebbiare la mente e l’egoismo portano i biancazzurri a fallire diverse occasioni di ripartenza in superiorità numerica e si vedono punire nuovamente con due reti ravvicinate dai padroni di casa che si lanciano sul doppio vantaggio.
I due colpi ricevuti scuotono Fabinho e compagni che accorciano le distanze a meno di cinque minuti dalla sirena con Bruno e si trovano la chance del pareggio quando Da Rocha, solo a tu per tu con il portiere avversario, non gonfia la rete e, come nei più classici dei copioni, arriva il gol della sicurezza dei lucani che nei secondi finali trovano anche la marcatura del più tre chiudendo i giochi sul 6-3.

Domenica di riposo prima della ripresa prevista per lunedì, in vista del primo impegno casalingo contro i calabresi del Città di Cosenza.

 

Ufficio Stampa