Silon subito sugli scudi. E la Defender Giovinazzo già vola: ''La concentrazione la carta vincente''

Come era auspicabile, l'impatto del Giovinazzo nel campionato di Serie A2 è stato devastante. Soprattutto quello di Silon Junior, autentico mattatore della larga vittoria sul Catanzaro.


- Considerando che hai impiegato un minuto per rompere il ghiaccio, come è iniziata la stagione per te?


“Tutti gli esordì sono complicati, dal punto di vista fisico, tecnico ma sopratutto psicologico. Segnare il primo gol così presto é stato importante per trovare più tranquillità, sia per quanto riguarda me sia per la squadra, poi siamo stati bravi ad affrontare la gara con la concentrazione giusta: diciamo che è stato il valore che ci ha fatto portare i tre punti a casa”.


- Come ti trovi in questo roster e che rapporto si è creato con i tuoi compagni, lo staff e la dirigenza del Giovinazzo?


“Mi sono trovato benissimo a Giovinazzo, sia la società, che lo staff tecnico che i miei compagni mi hanno fatto sentire a casa dal primo giorno che sono arrivato. Poi il Giovinazzo è una società storica, con tanti tifosi che ci seguono, ci spingono a lottare su ogni pallone… insomma già mi sento uno di loro”.


- Il 4-0 al Catanzaro ti rende ottimista per il campionato e gli obiettivi da perseguire?


“E’ da quando ho firmato che sono ottimista. Io credo che qui ci siano tutti i presupposti per fare bene, non lo so precisamente dove possiamo arrivare però so che qui c’è un gruppo di lavoratori che daranno tutto per rendere onore a questi colori”.


GIOVINAZZO