Il sogno playoff del Giovinazzo finisce qui: il Regalbuto va avanti dopo i tempi supplementari

Ciao, meraviglioso Giovinazzo C5. E grazie di tutto. Finisce al primo turno dei play-off promozione di serie A2 (3-5 il finale) il luminoso cammino del club di Antonio Carlucci che ha chiuso la regular season a 53 punti ad una sola lunghezza dalla vetta e che termina un’annata piena di soddisfazioni. Al PalaPansini il Regalbuto scappa per ben due volte, viene sempre ripreso nei tempi regolamentari, ma firma il colpo grosso all’overtime: decisivo l’uno-due Delgado-Wallace. Roselli prova a riaprire un match chiuso da Lo Cicero. La partita con i siciliani è stata in bilico sino all’ultimo minuto, ma l’hanno spuntata gli ospiti - per la prima volta - capaci di essere più cinici nei momenti topici della gara. Il duo Foletto-Faele si presenta con Di Capua, Bellaver, Ferreira Praciano, Menini e Saponara, mentre mister Reali risponde con La Rocca, Basso, Wallace, Martinez e Lo Cicero. Era prevedibile che l’incontro sarebbe stato diverso da quello disputato appena quattro giorni prima e il quarto d’ora iniziale, tranne qualche conclusione non pretestuosa di Ferreira Praciano e di Zago da una parte e di Capuano e Basso dall’altra, scorre senza particolari sussulti. A rompere l’equilibrio della contesa ci pensa Martinez (0-1 al 16’) che segnando un tiro libero, per il sesto fallo commesso da Zago, porta in vantaggio gli ospiti. Il primo tempo non può chiudersi senza aver annottato le traverse di Basso prima e di Ferreira Praciano per i locali dalla parte opposta. Al riposo è 0-1. La seconda frazione si apre con due lampi di Menini che prima viene fermato da Larocca e poi al termine di un’imperiosa discesa manda la palla ad un soffio dalla rete. La pressione dei biancoverdi, con power play Binetti, è sempre più soffocante e si concretizza nel pareggio di Saponara (1-1 al 7’) capace di capitalizzare un’apertura di Ferreira Praciano.


Raggiunto nuovamente l’equilibrio si assiste ad un palo di Roselli prima che una ripartenza a tre con Ferreira Praciano, Binetti e Zago non porti quest’ultimo ad una conclusione che vale il provvisorio 2-1 al 12’. Per riacciuffare le sorti del match l’allenatore Reali inserisce il power play Vitale e da uno sfortunato rimpallo difensivo da parte dei padroni di casa, il cuoio finisce sulla testa di Capuano abile a depositare in rete il 2-2 al 14’. Sulla perfetta parità si giocano i tempi supplementari di 5 minuti che costringono in apertura Di Capua ad esibirsi in tre ripetuti plastici interventi sui tiri di Locicero, Wallace e Delgado. Al quarto tentativo, con Wallace power play, è Delgado a porre fine ad un pressing insistito con il goal del 2-3 al 2’. Sbilanciato in avanti con portiere di movimento Binetti, il Giovinazzo subisce il 2-4 da Wallace che, al 4’, dalla sua area trova una parabola impossibile. Con la forza della disperazione provano a reagire i ragazzi giovinazzesi con Roselli che sigla il 3-4 con un delizioso tocco sotto porta al 2’. Capuano manca il colpo del ko a porta vuota, ma è Locicero che lo confeziona subito dopo, al 4’, con i locali ormai allo stremo delle forze protesi in avanti e con un uomo in meno a causa dell’espulsione rimediata nel finale da Fermino, prima del rosso di Roselli. Finisce 3-5. E passa il Regalbuto. Per una volta, ma sudando le sette camicie. Il cammino play-off del Giovinazzo si chiude qui. 




GIOVINAZZO-SICURLUBE REGALBUTO 3-5 d.t.s. (2-2, 0-1pt )
GIOVINAZZO: Di Capua, Menini, Bellaver, Saponara, Jander, Binetti, Piscitelli, Zago, Fermino, Restaino, Roselli, La Notte. All. Foletto
SICURLUBE REGALBUTO: La Rocca, Wallace, Basso, Martinez, Lo Cicero, Di Giunta, Daniel, Milia, Capuano, A. Vitale, Ferrante, Miraglia. All. Reali

ARBITRI: Luca Di Battista (Avezzano), Stefania Candria (Teramo) CRONO: Jacopo Giannelli (Bari)

MARCATORI: 16' p.t. Martinez (R), 7' s.t. Saponara (G), 12' Zago (G), 14' Capuano (R), 2' p.t.s. Capuano (R), 4' Wallace (R), s.t.s. 2' Roselli (G), 4'30" Lo Cicero (R)
NOTE: al 4'17" del s.t.s espulso Fermino (G) per somma di ammonizioni, Roselli (G). Ammoniti: Martinez (R), Saponara (G), Fermino (G), Zago (G), Basso (R), Piscitelli (G), Roselli (G)