Grifoni, così proprio non va! Il Potenza Picena affonda i colpi per cinque volte ed espugna Spello

I Grifoni cedono nettamente (2-5) al cospetto della Label System Potenza Picena, ma la vittoria della squadra del duo Moro-Silveira non fa una grinza: la prestazione degli ospiti non ha mostrato sbavature rivelandosi molto cinici nello sfruttare gli errori dei giocatori di Stefano Picchietti, che in più di una circostanza non hanno messo la giusta attenzione facendosi prendere alla sprovvista in almeno tre delle cinque segnature. Momento di flessione per la squadra spellana? ci può anche stare, anche se è il caso di non pensare ancora al fatto che il campionato è archiviato ma di cercare di migliorare il livello di prestazioni come quella di sabato, che i Grifoni hanno nelle loro corde.


LA CRONACA - Il vantaggio del Potenza Picena arriva quasi subito: dalle retrovie il lancio di Silveira viene controllato da Belleggia, che si porta la palla sul sinistro fulminano Stoppini con un tiro sotto la traversa. La risposta di Alunni Santoni è un tiro dalla distanza che sibila non poco distante dall’incrocio dei pali della porta difesa da Bellagamba, ma è Niccolò Picchetti a divorarsi la palla del pareggio tentando la giocata di tacco a due metri dalla porta sull’imbucata di Giorgetti. Il palo ribatte il tiro di Silveira con Stoppini praticamente battuto, la ripartenza che nasce porta ancora niccolò Picchietti a servire sull’out opposto Catalano, ma il 6 spellano virgola la sfera e l’azione sfuma.


Il raddoppio arrivava sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la conclusione di Silveira trovava sulla traiettoria Montagna che non aveva difficoltà a girare la palla alle spalle di Stoppini. La reazione la ispirava Alunni Santoni che trafiggeva Bellagamba con un destro centrale ma velenoso che beffava il portiere potentino. Il terzo gol ospite portala la firma di Castellucci, favorito dall’errato piazzamento della difesa di casa presa impreparata dall’affondo di Di Iorio: il destro del numero 3 in maglia nera si infilava tra Stoppini e il primo palo, anche se va detto che l’azione era stata viziata da un fallo di mano di un giocatore avversario non rilevato dagli arbitri. 3-1 per la Label System il risultato a metà gara.


La ripresa vedeva subito i Grifoni attaccare alla ricerca della rete. Restano non dava la giusta forza al pallone arrivato dalla sinistra e Bellagamba lo smanacciava in angolo. Ma i marchigiani non sbagliavano poco dopo: tiro del solito Nikinha, Montagna davanti a Stoppini era abile a colpire di tacco mettendo fuori causa il portiere locale: ma anche in questa circostanza da segnalare un fallo su Giorgetti spinto visibilmente alle spalle, che gli arbitri non punivano. E a seguire gli spellani incassavano il quinto gol: Catalano scaricava un pallone intercettato da Silveira che ripartiva con Di Iorio offrendogli il pallone del 5-1.


Sfortunato Niccolò Picchietti, il suo diagonale centra la base del palo con Gabaldi che si ritrovava il pallone in mano. Crescimbeni, invece, aveva gioco facile sulla rimessa laterale di Alunni Santoni: palla che filtrava tra i difensori potentini e raccolta dal giovane lanciato da mister Picchietti e rete del 2-5, risultato che non cambierà più fino alla sirena conclusiva nonostante il generoso forcing spellano condotto col portiere di movimento.