Il Bitonto torna a vincere e difende il quarto posto: 5-4 sul Messina, bis per Orlino e Perrucci

E adesso ricominciare. Che sia stampato sul volto, nascosto sotto la lana di una sciarpa, il cotone di un foulard o una mano messa lì a mo' di scherno beffardo o di scherzo, è un sorriso che finalmente torna a farsi largo, sulla linea dell'orizzonte, quello che ha assunto i propri naturali contorni sui volti di tutti i protagonisti del Futsal Bitonto. Dopo tre stop consecutivi infatti, i neroverdi, con soli sei uomini di movimento, battono il Messina per 5-4 nella 19a giornata del girone D di Serie A2, salgono a quota trentadue punti in classifica e continuano a difendere con le unghie e con i denti il quarto posto in classifica. Una gara non semplice quella contro i siciliani, portata a casa grazie alla doppietta di capitan Orlino, la doppietta di Perrucci e la rete di Caggianelli. Una vittoria, che permette ai neroverdi di prepararsi nel migliore dei modi alla sfida sicula di sabato prossimo contro il Gear Piazza Armerina.

LA PARTITA -Mister Pietro Di Bari orfano dell'infortunato Banegas e degli squalificati Decillis e Castillo sceglie di partire col cinque composto da Dibenedetto, Acquafredda, Solimini, Caggianelli e Ferdinelli. Dopo i primi botta e risposta iniziali al 3' Caggianelli calcia al volo da angolo ma non trova la porta per una questione di millimetri. Al 5' però il Bitonto la sblocca con Perrucci che capitalizza al massimo il penalty concesso per fallo di mano e porta on vantaggio i neroverdi. Al 9' il Bitonto raddoppia con Orlino che sbuca fra la difesa sugli sviluppi da angolo e fa 2-0 per i suoi. Il Messina però non sta a guardare ed alla ripresa del gioco accorcia le distanze con Piccolo che trova col destro l'angolo lontano per il 2-1 siciliano. Il Bitonto però non molla ed al 10' cala il tris con Orlino che è più lesto di tutti a ribattere in rete la respinta del portiere e fare 3-1 neroverde. La gara però non ha un attimo di sosta ed al 12' il Messina colpisce con Mendez che calcia dalla distanza e sfrutta una deviazione della difesa neroverde per fare 3-2 e tornare in partita. Al 14' il Bitonto cala il poker e lo fa con Perrucci che calcia di prima col sinistro sul secondo palo e fa 4-2.

Nella ripresa il Bitonto parte forte e dopo trenta secondi sfiora il quinto goal con Ferdinelli che a tu per tu col portiere si vede negare la gioia della rete da un miracolo a mano aperta dell'estremo siciliano. Al 4' Solimini riceve da Ferdinelli in area ma calcia fuori da ottima posizione. Il gol è nell'aria ed arriva al 4' quando Caggianelli spinge in rete l'assist di Solimini per il 5-2 Bitonto. Al 7' clamorosa doppia occasione per il Bitonto ma prima il portiere e poi la traversa negano la gioia della rete ad Acquafredda e Orlino. Il Messina però è ancora vivo ed all'8' accorcia le distanze con Garcia che batte Dibenedetto sottoporta e fa 5-3. Al 13' Perrucci se ne va sulla fascia e calcia a botta sicura, ma ancora una volta il portiere ospite è straordinario e devia in angolo. Pochi secondi più tardi invece il Messina sceglie di giocarsi il tutto per tutto col quinto uomo di movimento. Al 15' Ferdinelli calcia dalla propria area di rigore ma la fortuna non è dalla sua e la palla si stampa sul palo. Sul ribaltamento di fronte il Messina accorcia con Garcia che calcia dal limite e mette la palla in buca d'angolo per il goal del 5-4. Nei minuti finali il Bitonto si stringe attorno alle ultime forze rimaste e riesce a portare a casa una vittoria fondamentale in termini di morale e classifica. Prossimo step, la sfida esterna di sabato in terra siciliana contro il Gear Piazza Armerina.


Danilo Cappiello - Ufficio stampa Futsal Bitonto.