Il Cesena suona la settima sinfonia: doppio Sosa e Badahi le chiavi per scardinare l’Active Network

Il Cesena continua la sua marcia in campionato e conquista la settima vittoria in Serie A2, mantenendo la vetta della classifica insieme a Todis Lido di Ostia, corsara nel pomeriggio in casa dell’Italpol. La squadra allenata da Osimani si impone per 3-2 contro l’Active Network Futsal al termine di una partita combattuta ed equilibrata, nel corso della quale i bianconeri hanno dimostrato grande maturità nonostante le tante assenze. Oltre alla defezione di Zandoli, infatti, anche Jamicic è stato costretto al forfait, mentre è tornato dopo più di un mese Gonzalo Pires.

Il primo tempo lo accende subito Agustin Sosa, che una settimana fa ha segnato tre gol nel derby contro il Modena: palla recuperata nella propria metà campo e gran sgasata per superare il proprio marcatore, prima di freddare Boscaino con un rasoterra mortifero. Al 6′ arriva la risposta degli ospiti, che colpiscono la traversa con Ganzetti dalla distanza. L’Active Network continua a produrre occasioni e al 12′ è necessario un super ripiegamento difensivo di Venturini, che cancella il gol dell’1-1 che avrebbe firmato Boutabouzi. La risposta dei bianconeri non si fa attendere e porta la firma di Pires, che con un pregevole sombrero si libera del proprio marcatore prima di far partire un siluro deviato in angolo dal portiere romano. Al 15′ è l’Active Network a trovare la via del gol con capitan Davì, che dalla distanza trova l’angolino alla destra di Montalti.

Nella ripresa sono ancora gli ospiti ad andare vicini al gol con Ganzetti, che da due passi colpisce però il secondo legno di giornata. La risposta dei locali è tutta nella botta di Venturini da posizione ravvicinata, deviata incredibilmente in corner da Boscaino. Al 10′ Sosa calcia dalla propria area alla ricerca di un colpo di testa di Gardelli, che però non riesce a raggiungere la sfera. Il portiere, beffato dalla conclusione, non può nulla ed è costretto a recuperare il pallone in fondo alla rete, con l’uruguaiano che fa impazzire il pubblico del Mini Palazzetto. Dopo cinque minuti privi di sussulti, mister Monsignori decide di utilizzare il portiere di movimento, venendo però beffato al 19′ quando Badahi recupera palla e dalla propria metà campo segna la rete del 3-1. Montalti compie due parate di livello assoluto e a quel punto sembra finita, ma a 20″ dalla fine Romano riporta in partita i suoi, che però non sfruttano l’ultima occasione prima del fischio della sirena, che sancisce un’altra grande vittoria del Cesena. 

Ufficio Stampa Cesena