breaking news
  • 03/07/2022 12:30 #Serie B, Nicola Masiello è stato riconfermato sulla panchina del Senise

17/02/2022 11:35

Il Manfredonia è cinico e torna al successo: al Real San Giuseppe non riesce la rimonta finale

Missione compiuta. Il Manfredonia era chiamato al riscatto, dopo la pesante sconfitta patita in casa, domenica scorsa contro il Futsal Pescara (2-7) e i biancoceleste si riscattano, battendo per 6-5 il Real San Giuseppe nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A. Partita avvincente fino alla sirena, che sicuramente ha divertito il pubblico accorso al PalascaloriaMister Monsignori propone in line up: Moretti, Caputo, Boaventura, Sacon, Foglia. Mister Tarantino risponde con Bellobuono, Joselito, Crema, Salas e Duarte. La prima frazione è all’insegna dell’equilibrio con squadre aggressive ed attente. Poche le vere occasioni da gol degne di nota. Tra di esse un palo colto da Duarte, sugli sviluppi di rimessa laterale ed un provvidenziale doppio salvataggio di Boutabouzi sulla linea che mura i tentativi di Salas e Crema. Per i padroni di casa un break di Foglia con conclusione centrale ed una bella azione personale dell’ ex pallone d’oro, con tiro alto. L’equilibrio si spezza al 15’21” quando dopo una pregevole azione corale, il  C5 Manfredonia passa. Boutabouzi, riceve palla spalle alla porta, e si inventa una gemma di tacco per Caruso, che non si fa pregare e gonfia la rete. Gli ospiti con Joselito e Crema provano a rendersi pericolosi ma Caputo Moretti fanno buona guardia e i sipontini vanno al riposo sul punteggio di 1-0.

La ripresa è scoppiettante. Nei primi minuti Foglia premia l’inserimento di Sacon, la cui puntata è centrale. Ancora il brasiliano ci prova ma Bellobuono risponde presente. Tarantino manda dentro Patias, fino a quel momento in panca ed il bomber fa capire di che categoria è. Bastano due palloni al numero 9 campano per ribaltare punteggio e contesa. Al 3’14” e al 3’51” due ripartenze letali vengono finalizzate al meglio dal capocannoniere e match in salita per la truppa di Monsignori. I dauni, però, fanno della determinazione la loro arma in più e reagiscono. Al 6’42” Crocco recupera una palla vagante e scarica una puntata alle spalle dell’estremo gialloblù. Cutrignelli sfonda centralmente poco dopo, ci prova dalla distanza e sulla corta respinta, ancora Crocco ha una buona chance per il sorpasso. Patias e Caputo si beccano e finiscono sul taccuino dei cattivi. La gara è più viva che mai. Bellobuono fuori dai pali, al 10’20” trova Bocca che di testa fa secco Moretti e porta i suoi sul 2-3. Neanche il tempo di esultare che Cutrignelli risponde al 10’36”, sfruttando un flipper in area avversaria. I padroni di casa vogliono fortemente i 3 punti e complice l’espulsione di Bocca, per doppio giallo, trovano la rete del 4-3 con un forte e preciso diagonale di Adriano FogliaMoretti si accomoda momentaneamente in panchina per uno scontro fortuito e Patias, al 14’45” con una rasoiata, fredda pure Lupinella, realizzando una tripletta d’autore.

I locali non si scompongono e fanno la partita giusta. Foglia trova Sacon, al 16’53” ed il carioca manda la palla in buca d’angolo facendo esplodere il Palascaloria. A 3 dalla fine, mister Tarantino ci prova con il power play ma Crocco coglie il bersaglio grosso al 18’. Gli ultimi 120 secondi raccontano di un rosso anche per Caputo, per somma di ammonizioni e della rete di Crema su assist di Patias al 19’31”. Troppo tardi per la rimonta, suono della sirena che fissa il punteggio finale. Affermazione che consente al  Manfredonia di salire a quota 15 punti in classifica, momentaneamente in quintultima piazza, in attesa dei recuperi e di prepararsi al meglio per il match di sabato 19 febbraio, quando recherà visita alla capolista Syn Bios Petrarca.


MANFREDONIA-REAL SAN GIUSEPPE 6-5 (pt1-0)
MANFREDONIA: Moretti, Caputo, Sacon, Boaventura, Foglia, Pesante, Cutrignelli, Raguso, Boutabouzi, Caruso, Crocco, Baranauskas, Soloperto, Lupinella. All. Monsignori
REAL SAN GIUSEPPE: Bellobuono, Joselito, Crema, Duarte, Salas, Imparato, Varriale, Patias, Petrov, Bocca, Quagliero, Micheletto, Massaro, Lepre. All. Tarantino
ARBITRI: Alessandro Ribaudo (Roma 2), Massimo Tariciotti (Ciampino), crono: Giovanni Losacco (Bari)
MARCATORI: pt 15'21'' Caruso (M), st 3'14'' e 3'51'' Patias (RSG), 6'42'' Crocco (M), 10'20'' Bocca (RSG), 10'36'' Cutrignelli (M), 12'26'' Caruso (M), 14'44'' Patias (RSG), 16'53'' Sacon (M), 17'53'' Crocco (M), 19'31'' Crema (RSG)
NOTE: al 11'04'' del s.t. espulso Bocca (RSG) per somma di ammonizioni, al 19'02'' espulso Caputo (M) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Bocca (RSG), Crema (RSG), Micheletto (RSG), Caputo (M), Patias (RSG), Moretti (M)