breaking news
  • 26/05/2024 17:50 Under 15, fasi nazionali: Monastir, Bissuola, Itria e Parete Academy qualificate per la Final Four di Ancona
  • 26/05/2024 17:49 Under 17, fasi nazionali: Aosta, Fenice Veneziamestre, Lazio e Marcianise qualificate per la Final Four di Ancona
  • 26/05/2024 17:48 Under 15, fase nazionale, Girone 1, ultima giornata: L84-Monastir 2-3, Mantova-CDM Futsal 9-0
  • 26/05/2024 17:47 Under 15, fase nazionale, Girone 2, ultima giornata: Ducato Spoleto-Futsal Prato 4-1, Bissuola-ACSS Mondolfo 7-2
  • 26/05/2024 17:47 Under 15, fase nazionale, Girone 3, ultima giornata: Itria-Genzano 6-2, Chaminade Campobasso-Real Dem sosp.
  • 26/05/2024 17:46 Under 15, fase nazionale, Girone 4, ultima giornata: JSL Brolo-Bernalda ndao, Segato Reggio C.-Parete Academy ndpr
  • 26/05/2024 17:45 Under 17, fase nazionale, Girone 1, ultima giornata: Energy Saving-Aosta 5-9, CDM Futsal-Monastir 5-5
  • 26/05/2024 17:44 Under 17, fase nazionale, Girone 2, ultima giornata: Progresso-Fenice Veneziamestre 6-7, ACSS Mondolfo-Futsal Prato 5-3
  • 26/05/2024 17:44 Under 17, fase nazionale, Girone 3, ultima giornata: Lazio-Canosa 10-4, Tombesi Ortona-Chaminade Campobasso 5-6
  • 26/05/2024 17:39 Under 17, fase nazionale, Girone 4, ultima giornata: Marcianise-Icierre Lamezia 7-2, Gear Piazza Armerina-Bernalda ndao
  • 26/05/2024 15:20 Under 19, fase nazionale, 2° turno, prima giornata: Top Five-Città di Massa 7-1 (Tr. G), Serafico Eur-Villaurea M. 4-6 (Tr. H)

28/10/2022 22:54

Il Monastir gioca uno scherzetto a Despotovic: i sardi sbancano il Palarigopiano. Pescara, primo ko

Il Pescara perde la prima partita della stagione, dopo quattro turni d’imbattibilità in campionato e i primi due di Coppa della Divisione superati. La matricola terribile Monastir passa al Palarigopiano confermando la sua incredibile partenza alla prima stagione in Serie A. Finisce 4-3 per la squadra di Podda, che gioca con un’intensità fisica e un’organizzazione tattica strabilianti. Il Pescara ci mette del suo, poi, regalando svarioni difensivi finora mai visti in questo primo scorcio di stagione.


LA CRONACA - Eppure gli inizi lasciavano presagire una serata diversa ai tanti tifosi pescaresi sugli spalti: Bukovec su regalo di Dani Chino dopo 5’ sblocca il match. L’autore dello svarione difensivo dei sardi si fa perdonare due minuti dopo andando a realizzare il pareggio con un calcio di punizione a due, indirizzato con un sinistro chirurgico all’angolino, impossibile da raggiungere anche per Mammarella. All’8’, il Pescara potrebbe tornare in vantaggio, ma il rigore concesso per mani di Murga in area viene parato da Timm (che resta in piedi al centro della porta), a Rossetti.


Il pivot un minuto dopo viene dimenticato dalla difesa sarda e gira con un diagonale rasoterra la palla del nuovo vantaggio biancazzurro nell’angolino, impossibile da parare per Timm. La partita potrebbe cambiare, ma la squadra sarda non arretra di un passo e resta dentro il match senza sbandare. Alla prima occasione, in una delle diverse sbavature difensive del Pescara, Dani Chino è al posto giusto nel momento giusto: la palla gli balla davanti agli occhi al limite dell’area e lui la spara d’istinto sul primo palo, trovando la doppietta e il pareggio dei suoi. Il Monastir spinge ancora forte e costringe Mammarella a diverse parate difficili, che tengono a galla i ragazzi di Despotovic all’intervallo.


I sardi, però, ripartono a mille all’ora nella ripresa e in un minuto trovano il gol del 2-3 con un rigore di Quintairos (Murga giù in area, toccato da Petrov) e un palo clamoroso, sempre con l’argentino. Da qui inizia la partita disperata del Pescara, che prova a pareggiarla, ma non lo fa con la solita pulizia di passaggio e tiro, e soprattutto continuando a lasciare clamorosi varchi difensivi. Dopo le parate di Timm a negare il pari a Micheletto e compagni, Bukovec fallisce il 3-3 al 12’ e sul ribaltamento dei sardi regala il pallone al limite dell’area al 2002 Etzi, che non crede ai suoi occhi e segna il 2-4. Despotovic non può far altro che richiamare tutti con un time out e provare a raddrizzarla con il portiere di movimento. Ma Micheletto come quinto giocatore non porta i risultati sperati. Il tentativo di rimonta si ferma al 3-4 segnato da Murilo. Il Monastir si difende con ardore e si porta via tre punti pesanti e prestigiosi.


FUTSAL PESCARA – MONASTIR 3-4 (p.t. 2-2)

FUTSAL PESCARA Mammarella, Rossetti, Micheletto, Murilo, Bukovec, Coco Wellington, Onnembo, Petrov, Montefalcone, Caruso, Fatiguso, Patricelli. All. Despotovic.

MONASTIR: Timm, Arzu, Murga, Etzi, Mattana, Dani Chino, Moura, Quintairos, Araca, Cianchi, Cara, Rosas. All. Podda.

ARBITRI: Suelotto di Bassano del Grappa e Fedrigo di Pordenone, crono Pozzobon di Treviso.

MARCATORI: p.t. 4’35’’ Bukovec (P), 7’08’’ Dani Chino (M), 8’28’’ Rossetti (P), 13’ Dani Chino (P); s.t. 0’34’’ Quintairos (M, rig.), 12’31’’ Etzi (M), 18’10’’ Murilo (P).

NOTE: ammoniti Patricelli (P), Araca (M), Murga (M), Micheletto (P), Petrov (P). 


Ufficio stampa e Comunicazione Futsal Pescara 1997

Orlando D’Angelo