Il Sala Consilina tra i problemi del presente e un mercato da assaltare. Intanto preoccupa Brunelli

Spira il vento dell’attesa a Sala Consilina. E non sbagliamo a dire spasmodica, perchè nel corso della giornata si saprà l’entità dell’infortunio in cui è incorso Leonardo Brunelli durante la gara con la Roma, beffardamente pareggiata per 3-3. Brunelli, colpito duramente in una fase di gioco nella parte conclusiva del primo tempo, è stato accompagnato fuori dai sanitari salesi ma di fatto non è più rientrato in campo: si teme un infortunio abbastanza serio, ma saranno gli accertamenti ecografia previsti oggi a dire di cosa si tratta.


Certo è che il bomber paulista dovrà fermarsi minimo qualche settimana e questo preoccupa molto, anche perchè le trattative di mercato in piedi ancora devono imboccare la fase terminale (in primis quella, già ben avviata, che potrebbe condurre a Gonzalo Abdala, riguardo alla quale c’è da registrare l’atteggiamento possibilistico dell’asso argentino, nell’ultima stagione al Kimberley) e c’è anche un mercato in uscita di cui tenere conto, con una rosa che potrebbe cambiare fisionomia già a partire dai prossimi giorni.


Tutto insomma ruota per ora intorno alla questione-Brunelli, tanto che il presidente Detta ha deciso di congelare provvisoriamente la possibilità di far partire Bavaresco, che ha richieste anche dalla Serie A (Polistena). Sicuramente ci sarà la necessità di integrare la partenza di un italiano, dopo la chiusura del rapporto con Giampaolo, che dopodomani sarà a tutti gli effetti un giocatore dell’Academy Pescara: tre gli “indigeni” puntati da Detta, due dei quali potrebbero presto trovare posto entro le “mura” di Sala Consilina.






Foto: Palmieri