breaking news
  • 05/12/2021 20:22 Serie A, termina in parità il posticipo di Salsomaggiore: Came Dosson-Feldi Eboli 4-4

17/10/2021 12:58

L'Aposa continua a crescere, ma la vittoria non arriva: il Cesena cala il poker e strappa tre punti

 Basta una sola partita per vedere un'Aposa cresciuta nel gioco, ma, in primis, mentalmente. Nessuna paura, nessuna frenesia: la squadra verdenera mantiene la concentrazione per quaranta minuti, contenendo la carica offensiva, altrimenti dilagante, di un Futsal Cesena con le carte in regola per il salto di categoria. Nel primo tempo i ruoli sono definiti: i padroni di casa attuano un forcing incessante, con pericolose ripartenze, mentre gli ospiti coriacemente difendono, riuscendo a ritagliarsi pochi spazi in attacco. Eppure, nonostante le innumerevoli occasioni, fallite per merito della difesa verdenera o per la complicità di pali e traverse, il Cesena va a segno solo al 14', quando Jamicic sfoga la sua potenza di tiro dalla distanza. La ripresa è più vivace ed equilibrata.

I bianconeri, raddoppiato dopo solo due minuti con Pulini, rallentano, mentre Aposa, che schiera anche i suoi gioiellini del 2003 e 2004, corre. Ansaloni cerca la conclusione, per poi propiziare quella di Toschi: al 7' Toschi avvia la manovra, salta un avversario e, lanciatosi in area, passa ad Ansaloni, che serve al compagno, a centroarea, l'assist per la prima rete. I locali riprendono le ostilità e Aposa, con Paciaroni & co, fa muro. Jamicic porta a tre le reti all'11', ma gli avversari non si lasciano intimidire e impostano una controffensiva che, però, non ha successo. Gli ultimi due minuti di portiere di movimento degli ospiti procurano ai bianconeri la rete numero quattro, ad opera, ancora, di Pulini. La partita degli ex (Paciaroni, Spada, Pieri, Pritoni, Ansaloni giocavano a Cesena nella scorsa stagione) si conclude con una sconfitta che, però, sa di iniezione di fiducia per i giocatori dell'Aposa, data la prestazione offerta in campo.






Ufficio Stampa Aposa