L'Editaly Lidense corre, in campo e verso l'alto. Borello: ''Ci sono le qualità per andare lontano''

E’ stato come fare un salto triplo per Leonardo Borello, catapultato dal Vallerano di Serie D nello staff di Simone Lauri che affianca nella gestione atletica dell’Editaly Lidense, in C1. La vittoria nel posticipo sul Santa Severa ha confermato il momento favorevole della formazione litoranea, ma anche una condizione di forma eccellente: un rendimento garantito principalmente da quello che è il lavoro di preparazione. 


- Leonardo, possiamo evidenziare questi meriti?


“I ragazzi stanno seguendo bene le nostre direttive, sia da parte di noi preparatori che dell’allenatore, reagiscono bene ai carichi di lavoro proposti in settimana, gli allenamenti sono sempre svolti con buon ritmo e c’è sempre una buona volontà da parte dei ragazzi di spingersi al massimo. Quindi questo fa sì che poi, nelle partite, emerga una buona condizione fisica”.


- Negli ultimi tempi tra l'altro gli impegni si sono susseguiti con maggior frequenza considerando anche le partite di Coppa Italia, ma la squadra ha superato senza particolari difficoltà un calendario abbastanza intenso. Come sono stati concertati e gestiti i carichi di lavoro affrontati?


“E’ vero, abbiamo avuto molte volte impegni infrasettimali oltre a quelli di campionato nel weekend. In settimana, per ovvi motivi, abbiamo abbassato il volume di lavoro, soprattutto nella parte di quello di forza in palestra, mantenendo la stessa metodologia e questo ha fatto sì che la squadra, a livello fisico, si sia fatta sempre trovare pronta”.


- Classifica che si è fatta interessante alla vigilia della partita col Santos: una vittoria potrebbe proiettarvi immediatamente alle spalle del podio, un'opportunità più che mai da sfruttare giocando un'altra volta in casa, condividi?


“Condivido, perché noi abbiamo una squadra pronta per giocarsi quelle posizioni, anche se l’avversario che andiamo a affrontare questa settimana è comunque preparato. Sono però dell’idea che la nostra squadra, anche se inesperta perché al primo anno di questa categoria, come lavoro fisico, come lavoro tattico, come struttura della società, come qualità dei ragazzi, può stare tranquillamente in quelle posizioni”.


LA FORMAZIONE - Lauri deve rinunciare a Marciò e allo squalificato Legnante, ma ritroverà Mazzotti che aveva saltato il Santa Severa per motivi professionali.