breaking news

24/03/2021 18:31

La Divisione torna a riunirsi giovedì 25: sul tavolo la Coppa Italia e la ripartenza della Serie C1

I regolamenti che disciplineranno le fasi finali delle varie edizioni della Coppa Italia, a partire dall’edizione riservata alla Serie A2 che farà, a metà aprile, da apripista, alle competizioni che si succederanno che riguarderanno Serie A, sia maschile che femminile, Serie B maschile e Serie a2 femminile; ma anche la ripartenza dei campionati regionali di Serie C1, che daranno vita a uno scambio di squadre attraverso i meccanismi di promozione e retrocessione, il cui inizio è stato per lo più calendarizzato tra il 10 e il 17 aprile prossimi. Ecco gli ingredienti più appetibili della riunione del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5 che si terrà giovedì 25 aprile alle 17,30 in video conferenza,.


Una seduta che si annuncia decisamente strategica, ma che servirà soprattutto per disciplinare non solo gli eventi che metteranno in gioco le varie coccarde nazionali, ma soprattutto per definire doverosamente i sincronismi che regoleranno le retrocessioni dalla Serie B verso quei campionati regionali che, ripartendo, porteranno nuove squadre nel novero della cadetteria. Poche per la verità, rispetto alle venti che come contemplato nel comunicato n.25 saranno destinate alla retrocessione: considerando che Lazio e Sicilia avranno diritto a due promozioni e altre quattro verranno dai campionati di Piemonte e Calabria, nonché del congiunto Emilia Romagna-Veneto e del tri-regionale Liguria-Lombardia-Toscana (senza tralasciare l’eventualità di un’ulteriore squadra proveniente dalla Puglia che potrebbe anche organizzare bilateralmente l’attività con la Campania), le caselle che rimarrebbero scoperte sarebbero almeno una dozzina, per cui potrebbe essere necessario rivedere i meccanismi varati a inizio stagione per adeguarli alle necessità legate alla riformulazione dei campionati regionali.


Aprile sarà un mese cruciale per il futsal italiano, con la chiusura dei vari campionati che si alterneranno con le rassegne tricolori di Porto San Giorgio e Rimini. Un mese da vivere al massimo delle emozioni, ma con le idee ben chiare su come poter indirizzare al meglio la parte conclusiva dell’attività.


CLICCA QUI PER IL COMUNICATO DI CONVOCAZIONE