La Pirossigeno è in Serie A. Gaetano Piro: ''Tutto magnifico, ha prevalso la nostra fame da... lupi"

Svegliarsi la mattina e ritrovarsi in Serie A. Perché sicuramente Gaetano Piro, per tutta la serata di ieri non avrà verosimilmente metabolizzato che la sua Pirossigeno era in Serie A. La festa per la promozione lo avrà certamente distratto dal concretizzare che si era compiuto quello che non probabilmente, ma sicuramente, nessuno aveva messo in preventivo sia all’inizio della stagione quanto allo scoccare dei playoff. Appena aperto gli occhi, Gaetano Piro ha compreso che da oggi toccherà lavorare in maniera accelerata per la Serie A.


Ma intanto quali sono le sensazioni che il vice-presidente della Pirossigeno Cosenza, anima del club, sta provando?


“Sono molte, c’è molto entusiasmo e una enorme soddisfazione per il risultato ottenuto. Ma rimanendo sempre con i piedi a terra, perchè il pregio di questo gruppo è stato quello di aver sempre tenuto un profilo basso… arrivando dove è arrivato”.


- Gaetano, quali sono i meriti da attribuire alla squadra e al mister? 


“Il merito di questo successo, intanto, è di tante persone che individualmente, all’interno del gruppo, hanno dato il massimo delle proprie possibilità. Il successo sportivo è figlio di un gruppo unito dentro e fuori del campo. Tutto ciò ha fatto si che di fronte ad avversari sulla carta più forti, il gruppo ha compensato il divario tecnico e fatto prevalere la fame di vincere di quei lupi che abbiamo in noi”.


- Puntavi all’A2 Elite, alla fine della corsa ti ritrovi con la Pirossigeno in Serie A. Cosa cambia ora nel progetto sportivo?


“Il nostro progetto non cambia. Rimarremo coerenti con il nostro modo di essere, puntando sempre sulla forza del collettivo e non sul singolo: questa sarà la vera sfida che ci attende nell’immediato avvenire”.


CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS