breaking news New

15/01/2021 09:45

La Pirossigeno vuol tornare alla vittoria. Alex: “Play-off? Prima pensiamo alla Siac Messina"

Una vittoria e un pareggio. È questo il bilancio della Pirossigeno Cosenza dall’inizio del 2021. Dopo avere superato il Cataforio, la compagine di Tuoto ha “sbattuto” sul muro eretto dalla New Taranto che ha costretto i lupi silani al pareggio.

“Potevamo fare di più – evidenzia Alex Gonzalez. – Abbiamo dominato dall’inizio alla fine, ma il pallone non voleva entrare. Succede anche nel calcio a cinque che una squadra pensi più a difendere ed a colpire di rimessa. Bravo il loro portiere con tanti interventi, noi dovevamo essere più cattivi sottoporta”.

E dopo il 2-2 in terra pugliese si ritorna in casa per la prima del girone di ritorno contro la Siac Messina.

“Affrontiamo un’altra gara, carichi come sempre. Conosciamo già l’avversario per averlo affrontato nel turno di andata, ma non possiamo calare di intensità e dobbiamo dare il massimo per tutti e quaranta minuti. Non si sa mai come possono andare le partite. Il nostro obiettivo è dare il massimo, indipendentemente dalla squadra avversaria che abbiamo di fronte. Non possiamo permetterci di lasciare punti per strada, specialmente in casa”.

Una Pirossigeno che, al suo primo anno di A2, preferisce volare basso e senza troppi proclami. A più riprese, dirigenza, staff tecnico e giocatori, hanno evidenziato come l’obiettivo primario è il mantenimento della categoria, eppure l’impressione, dall’esterno, è che il Cosenza può ambire anche a qualcosa di più…

“Questa squadra è stata costruita per la salvezza. È vero, chissà, magari dopo avere raggiunto il nostro obiettivo potremo concentrarci anche su altro. Dobbiamo però lottare sempre e lavorare assiduamente. Settimana dopo settimana, partita dopo partita, possiamo capire chi siamo e di che pasta siamo fatti. I play-off? Prima c’è da pensare al Messina…”.

Alex conclude.

“Personalmente sono contento della mia stagione fin qui. Ogni giorno imparo dai compagni e giocare viene tutto più facile. So che avrei potuto dare di più, ma per ora va bene così perché, in generale, è tutta la squadra che sta dimostrando una crescita esponenziale e costante”.