Leonardo, l'emergenza è dichiarata: Erbì, Dos Santos, Jota e Pusceddu saltano il derby col Monastir

Il “filo diretto” con la Roma ha portato prima un bel regalo alla Leonardo, sotto forma di qualificazione per le Final Eight di Coppa Italia di A2, ma pochi giorni dopo anche una bocciatura che rischia di compromettere il cammino dei cagliaritani verso i playoff. Tra il 4-4 di Cagliari il l'1-4 di Roma che differenza ha notato mister Tony Petruso soprattutto a livello mentale? Ha visto la squadra forse appagata?


“Sono state due partite differenti - spiega Petruso. - La prima per noi era una vera e propria finale, con due risultati a disposizione e con assenze importanti che hanno creato tanta paura di non farcela ad un passo da un traguardo storico per la società. Abbiamo fatto un buon primo tempo, nel secondo, soprattutto nella seconda parte, una volta ottenuto il pareggio che per noi equivaleva a Final Eight, abbiamo difeso a denti stretti il risultato portando a casa un qualcosa di incredibile. Nella seconda sfida un po’ di appagamento, ma soprattutto le tante assenze (Erbì, Jota, Fernando Dos Santos e con Perdighe a mezzo servizio, n.d.c.) hanno contribuito a far sì che non fossimo brillantissimi. Hanno giocato tanti ragazzi giovani, cito Deidda, Etzi, Pusceddu e Pibiri, che hanno fatto tutti una discreta prestazione e messo minuti nelle gambe in una categoria importante. Il risultato non è stato positivo ma sono rimasto ben impressionato dalla prestazione dei giovani”.


- Sabato derby con il Monastir che affrontate con una situazione di classifica in cui siete obbligati a vincere per restare agganciati al treno dei playoff. Che partita sarà ma, soprattutto in proiezione, come vedi la volata per la post-season? Ci credete oppure l'approdo in Coppa Italia vi porterà a concentrare tutte le attenzioni su Porto San Giorgio?


“I derby sono sempre belli da giocare, a quello col Monastir ci arriviamo come, purtroppo negli ultimi due mesi, in emergenza, ma sempre con la fiducia che chi andrà in campo farà il possibile per fare una bella prestazione. Tutte le partite da qui alla fine le giocheremo come sempre, per fare più punti possibili e solo alla fine faremo i conti, senza ansia nè pressione, con la consapevolezza che sino ad oggi abbiamo fatto una stagione più che straordinaria”.


L’EMERGENZA - Jota out ancora per squalifica. Oltre a Erbì, sotto i ferri agli inizi del prossimi mese, Petruso dovrà fare a meno anche di Fernando Dos Santos (che rischia di rientrare direttamente a Porto San Giorgio) e Pusceddu: per lui stop di almeno un paio di settimane. Considerando che anche Deivison e Perdighe sono in dubbio, Petruso sarà chiamato a fare turn-over concedendo minutaggio ai giovani dell’Under 19… fortunatamente usciti in tempo dalla quarantena per dare una mano. 


Per andare al PalaConi il passaggio al Santuario della Madonna di Bonaria è obbligato: magari una tappa di circostanza, giusto qualche minuto… no?