Lo Sporting fa tappa a Terracina. Dal Brasile: Ferreira, operazione ok. Martedì tocca a Leo Brunelli

Trasferta da non prendere sottogamba per la capolista Sporting Sala Consilina, attesa al PalaCarucci da un Real Terracina animato dalla volontà non solo di fare bella figura contro la prima della classe, ma anche di sommare lo spirito di rivalsa per la coppola rimediata all’andata con il vantaggio delle assenze che condizioneranno le scelte di Darci Foletto.


“E’ una partita difficile - ammette il direttore sportivo Daniele Campanelli mettendo in guardia delle complicanze del match in terra pontina. - Abbiamo delle assenze importanti (lo squalificato Sanchez e gli infortunati Ferreira e Brunelli, n.d.c.), ma ho visto la squadra lavorare con grande intensità in questi giorni ed è un aspetto che mi rende particolarmente ottimista”.


E mentre la società è sempre vigile sul mercato per cercare di innestare un ulteriore tassello per completare il roster e preparare al meglio la volata per la promozione e tutto lascia capire che presto potrebbero esserci allettanti novità in questo senso, arriva la notizia dell’esito positivo dell’operazione ai legamenti del ginocchio sinistro alla quale si è sottoposto oggi proprio Matheus Ferreira, nella sua Londrina.


E martedì sarà la volta di Leonardo Brunelli. Il giovane bomber italo-brasiliano si ricovererà all’inizio della settimana in una clinica privata di Parma dove il professor Mancini, ortopedico specializzato proprio nei traumi delle articolazioni, lo opererà in seguito alla rottura del menisco del ginocchio destro verificatasi sabato scorso durante la gara con il Senise (nella foto Palmieri mentre lascia il campo sorretto da Ortega e Carducci). Se tutto andrà come si spera e con un pizzico di fortuna (che non guasta) Leo potrebbe tornare in campo prima della fine di febbraio.


A Sala Consilina tutti incrociano le dita…