Lo Sporting Sala Consilina ospita il Potenza. Gallon: "La fortuna premia chi lavora al massimo"

Wagner Gallon ha avuto il suo bel daffare mercoledì al PalaCesaroni: il tempio del futsal italiano lo ha indubbiamente galvanizzato se si pensano a quesi tre-quattro interventi che specie nel secondo tempo hanno tenuto a bada le bocche di fuoco dell’Ecocity. Con il portiere facciamo un flashback sulla vittoria di Genzano di mercoledì.


Quando una squadra non gioca all'altezza della sua fama e delle sue capacità, ma alla fine riesce comunque a vincere uno scontro diretto per giunta in trasferta, viene da pensare che la componente-fortuna è realmente dalla vostra parte?


“Mercoledì siamo andati a Genzano consapevoli che sarebbe stata una partita difficilissima, già da Natale stavamo facendo allenamento pensando al duro confronto contro l’Ecocity Cisterna, e cosi é stato. Ritengo che abbiamo giocato di squadra dall’inizio alla fine, cercando di imporre il nostro gioco, quello che chiede il mister Foletto, però non siamo riusciti a farlo al meglio, abbiamo oscillato molto con la palla al piedi, alcuni momenti siamo andati bene, altri male. Penso che abbiamo sentito la misura del campo, giocando in un 40x20 fa la differenza, stiamo molto bene fisicamente però un conto é fare allenamenti tutti i giorni, altri è andare a fare solo una gara. Siamo alla ventesima settimana di lavoro, ci alleniamo praticamente due turni tutti i giorni, abbiamo degli obiettivi da raggiungere, credo che la fortuna èdalla parte di quelli che lavorano sodo. La penso cosi”.


Tu che hai visto la partita da un'angolazione particolare, che idea ti sei fatto della prestazione offerta dalla squadra, che in più una circostanza ha peccato in fase difensiva?


“Il mio ruolo da portiere mi lascia la possibilità di vedere tutta la partita da un angolo speciale, dal quale riesco ad aiutare in molti modi la mia squadra. I nostri movimenti non venivano naturali come al solito, mister Foletto ci ha chiesto pazienza, orientando ognuno di noi a fare quello che sapevamo, e le cose hanno iniziato a cambiare. Ma ci siamo trovati davanti una grande squadra, fatta da campioni, giocatori che sono molto esperti, che hanno la misura giusta del campo e tanta voglia di vincere: in alcuni momenti ci siamo trovati in difficoltà, però come ho detto prima, é stata una vittoria di squadra, ci alleniamo per giocare queste partite in queste difficoltà, dando il massimo per portare la vittoria a casa, e cosi é stato”.


Domani arriva il Città di Potenza: che tipo di partita ti aspetti?


“Mi aspetto una partita difficile, con un avversario che vieni con la fame di fare punti. E noi dobbiamo avere più fame di quella che abbiamo avuto mercoledì, contro l’Ecocity, per raggiungere l’obiettivo della vittoria”. 


La vostra vittoria ha permesso al Benevento di affacciarsi nelle altissime quote: un'altra antagonista di cui tenere seriamente conto?


“Il Benevento è una squadra forte, con un rosa di giocatori di livello, molto esperti che cercano di imporre sempre il loro gioco. Ci sono altre squadre come AP e Spartak che hanno lo stesso nostro obiettivo, ma non solo loro puntano alla vittoria, questo girone é davvero tosto, con partite difficili e sarà cosi fino alla fine. Noi dobbiamo continuare dando tutto negli allenamenti e dimostrando in partita quello che vogliamo, per raggiunge i nostri obiettivi”.


LA FORMAZIONE - Rientra Tutilo nei dodici in lista, in attesa che si possa conoscere l’esito degli accertamento ai quali si sta sottoponendo Ferreira, infortunatosi a Genzano durante il primo tempo del match con l’Ecocity.