Lo Sporting sfida il Genzano per chiudere i conti-salvezza. Carducci: ''Meritavamo altre posizioni''

Genzano domani, poi Academy Pescara (in trasferta), quindi il gran finale con la Lazio. Tre partite rimaste in calendario per lo Sporting Sala Consilina, che grazie alla vittoria prepasquale sulla Mirafin ha praticamente archiviato la salvezza. E anche se un pur minimo aspetto di preoccupazione aleggia sulla squadra di Rosciano e Bonavoglia, il peggio sembra essere stato messo definitivamente alle spalle. E i rimpianti non mancano, come rimarca Diego Carducci.


“La gara contro la Mirafin di due settimane fa ci è servita per allontanarci ancora di più dalla zona playout e, anche se la matematica non dice che siamo salvi, è stata una bella vittoria che penso abbia dimostrato chiaramente che questa squadra non merita la posizione di classifica purtroppo occupata”.


Domani, al PalaCappuccini, torna a ripetersi il duello con il Genzano. All’andata i salesi non furono in grado di sfruttare la clamorosa opportunità di giocare per quasi 15’ con i castellani al bonus, un episodio che alimentò le perplessità sulle scelte dell’allora tecnico Cafù. Certamente non sarà una partita facile: gli ospiti sono infarciti di giocatori col pedigree, ma come proprio questo campionato ha messo in chiaro, le squadre non si fanno solo coi nomi.


“Domani ci aspetta una partita importante ed impegnativa - ammette tuttavia Carducci - contro una signora squadra che verrà a Sala affamata di punti, la stessa squadra che lo scorso anno ci rovinò, con un gol letteralmente sulla sirena, la festa promozione al PalaCappuccini. Ma questa volta saremo noi che proveremo a placare la loro necessità di punti playoff”.


- Come avete organizzato l’ennesima pausa del campionato, che ha reso oltremodo complicato il gestire con regolarità il lavoro proprio nel momento decisivo della stagione?


“In questi 14 giorni in cui non abbiamo giocato abbiamo lavorato sodo, per prepararci al meglio a questa sfida: siamo consapevoli che ce la possiamo giocare davvero con tutti, ora più che mai visto che vogliamo chiudere questo campionato togliendoci anche qualche bella soddisfazione”.