Meta Catania la `cantera` colpisce ancora. Silvestri: "Qui il lavoro paga"

La cantera della Meta Catania, sarebbe il caso di dire, colpisce ancora. Nell’ultimo turno di campionato disputato dagli etnei è arrivata la vittoria contro il CMB e si sono messi in evidenza, ancora una volta, i talenti ’home made’. Da Silvestri e Dovara, cresciuti nel settore giovanile etneo, e come loro Gigi Musumeci, che ha esordito sempre venerdì nel massimo campionato italiano. Attenzione anche a Tomarchio e Joao, nonché ai baby talenti Rinaudo e Bertazzi. Insomma, è ancora una volta il lavoro che paga in casa Meta Catania, l’attenzione ai giovani, la crescita, la volontà di scommettere su di loro e la fiducia che viene riposta non solo a parole ma anche a fatti, sulle orme di capitan Carmelo Musumeci, senza dimenticare il percorso di Giovanni Messina.

Tornando alla partita contro il CMB (squadra di enorme qualità, collettiva ed individuale), Dovara si esalta, ancora una volta quando chiamato in causa e si toglie anche l’enorme soddisfazione di parare un calcio di rigore ad un ’certo’ Wilde. E Silvestri? Silvestri incrocia il destro e manda il pallone nell’angolino in occasione del 5-2 dei siciliani, in quello che è il suo secondo gol in carriera in Serie A.

-Maurizio, 1 marzo 2019, Meta Catania-Civitella 8-2, 11 dicembre 2020, due date con tanto in comune.

”Il gol all’esordio contro il Civitella è una data che non posso assolutamente dimenticare. In comune hanno le emozioni provate durante la partita e subito dopo il gol realizzato, ma soprattutto ho potuto contribuire ad una, anzi due, importanti vittorie per la mia squadra”.

-Un altro esempio fulgido, ma non il solo, della qualità del lavoro della ”cantera Meta”: cosa si prova a veder ripagati tutti gli sforzi e i sacrifici per arrivare fino a qui, vale a dire inserito stabilmente in prima squadra trovando anche minuti importanti in campo e gol...

”È una soddisfazione immensa, perché dietro c’è tanto lavoro e qui a Catania è così, si lavora ogni giorno con la massima cura anche e soprattutto dei più piccoli dettagli. C’è ancora molto da fare, ma questa è sicuramente la strada giusta”.

-L’importanza di avere come guida questo staff tecnico, ma anche dei compagni di squadra più grandi: sulle orme di capitan Musumeci...

”Lo staff è stato fondamentale nella mia crescita ed i mister Samperi e Giuffrida sono per me la rappresentazione perfetta della dedizione per questo sport. Inoltre, ho la fortuna di giocare insieme a Carmelo Musumeci che riesce a trasmettere tantissimo a livello di mentalità. È un vero esempio da seguire”.

-Silvestri, Dovara, Tomarchio, Luigi Musumeci e tanti altri. È già qui il futuro della Meta Catania?

”Il lavoro svolto dal il settore giovanile della Meta è prezioso per tutto il movimento. Molti ragazzi che sono passati dalla Meta, adesso militano in campionati nazionali importanti. Sia io che gli altri ragazzi come Dovara, Tomarchio e Luigi dobbiamo molto a questa società e al mister Giuffrida che ha creduto in noi. Adesso, abbiamo il dovere di ripagare questa fiducia in prima squadra”.

cant