breaking news

16/04/2021 15:24

Napoli, missione compiuta al PalaSavelli: Fortino illumina il 6-1 a un generoso CLN Cus Molise

Il Napoli rispetta il copione, batte il CLN Cus Molise e giocherà la semifinale di domani contro il Futsal Cobà. La squadra di Basile ha ribadito sul campo quelle che erano le aspettative della vigilia, anche se l’approccio al confronto non è stato dei migliori tanto che sono stati gli uomini di Sanginario a far vedere le cose migliori nei minuti iniziali. Poi hanno preso il sopravvento gli azzurri e non c’è stata praticamente più storia.

LA CRONACA - Subito in evidenza Turek che spara su Ganzo in uscita; poco dopo se ne va in ripartenza, elude Ganho e insacca il vantaggio molisano al 3’03”. Ma la gioia dei rossoblù dura meno di tre minuti: 5’49”, spettacolare giocata di Fortino che smarca per il tiro Hozjan, bordata di destro che batte l’incolpevole Vinicius. Ancora Hozjan ci prova al 7’41”: il croato si inserisce sul corner di Arillo, palla a fil di palo. Il Napoli insiste: 9’24”, controllo e girata di Fortino, Vinicius c’è e poi si oppone su un secondo tiro di Arillo. Ma il portiere del Cus nulla può al 10’35” sulla punizione che Turmena trasforma con un sinistro che lascia sul posto l’estremo di Sanginario.

11’47”: Arillo difende palla, la serve a Fortino da questi a Foglia che infila il 3-1. Ma poco dopo il 12’ Hozjan commette fallo su Barrichello, Napoli al bonus. Fortino sale in cattedra al 12’44”, solita combinazione stavolta con Arillo che arriva a rimorchio e insacca in diagonale. Al 15’39” palo di Turmena in ripartenza, fino alla sirena di metà gara non succede più nulla e all’intervallo il tabellone segna un nitido 4-1 per il Napoli.

Nella ripresa, passano solo 55” e Ganho si oppone a Zancanaro. Al 2’22” Debetio si infortuna nell’anticipare un avversario e deve uscire dal campo sorretto dai sanitari molisani. Fortino chiude i giochi con un uno-due tra il 3’ e il 5’: sul 6-1 la partita di fatto non offre più sussulti, se si eccettua il palo colpito nel finale da Di Lisio che avrebbe premiato quanto meno la caparbietà dei molisani, ora attesi a sugellare la loro strepitosa stagione con la qualificazione ai playoff.