Il #futsalmercato spara i fuochi d'artificio: Alex saluta Napoli, accordo fatto con la Sandro Abate

E’ successo tutto stasera, anche se di Alex in procinto di salutare il Napoli già si sentiva circolare la voce da qualche giorno. Ma si sa, sono le classiche illazioni che alimentano il fuoco del #futsalmercato, molte volte destinate a diventare vere, altre a lasciare il tempo che trovano. Quella di Alex Yepes, invece, è diventata realtà, anche in maniera improvvisa: il Diablo Ciezano non giocherà più con il Napoli (domani sarebbe dovuto scendere in campo nella gara contro la L84) e nel fine settimana si trasferirà ad Avellino, con la Sandro Abate che sarà la sua nuova “casa” italiana.


E’ stato direttamente il presidente Serafino Perugino a dare la notizia, spiazzando gli addetti ai lavori: un breve messaggio a comunicare la decisione di far uscire l’asso spagnolo, che era arrivato in Italia nella passata stagione per giocare con il Real San Giuseppe. Un primo campionato di Serie A, in cui le prestazioni hanno risentito delle incertezze di un Covid praticamente appostato sul mondo dello sport: ma questo non aveva distolto Perugino dall’idea di portarlo a Napoli, piazzando uno dei tanti super-colpi azzurri della sessione estiva del #futsalmercato.


Un’esperienza iniziata con grandi aspettative alle falde del Vesuvio e che, invece, per Alex è terminata prima del previsto, in un momento peraltro decisivo per quelle squadre che sono in corsa per entrare nel lotto delle finaliste di Coppa Italia. E così, dopo Crema e Molitierno (paradossalmente altri due dei cinque grandi affari estivi del patron napoletano), anche Alex lascia la metropoli partenopea spostandosi di qualche decina di chilometri verso l’interno, dove, con la Sandro Abate, avrà modo di riscattare un prima parte di stagione che non ha certo ripagato l’asso murciano.