breaking news

18/04/2021 18:32

Napoli, trionfo al PalaSavelli: l'Olimpus ko in finale, la Coppa Italia è tutta di color azzurro

Si può dire che il Napoli abbia vinto la Coppa Italia di A2 a sorpresa? Non diremmo, perché sulla carta le chances erano sostanzialmente identiche, anche se sulle scelte di Piero Basile pesavano le assenze di due pedine chiave come Turmena e Arillo, squalificati.

La sorpresa, semmai, è stata il risultato finale di una sfida che ha opposto le due grandi protagoniste della stagione della seconda divisione nazionale, che nessun addetto ai lavori si sarebbe mai aspettato potesse essere così netto, ma indubbiamente meritato. Perché in effetti il tributo al Napoli inizia laddove finiscono i demeriti di un Olimpus, che è stata la copia sbiadita della corazzata che ha surclassato tutti lungo il suo cammino, anche se risulta difficile capire i motivi di una prestazione inferiore all’altezza soprattutto in una finale persa in maniera tanto netta.

Applausi dovuti al Napoli, che chiude anche la rassegna di Porto San Giorgio imbattuta e in maniera trionfale.

LA CRONACA - Finale che entra subito nel vivo. La prima occasione dopo 48” è per Fortino, che riceve da fallo laterale il passaggio di Foglia spedendo però alto. Al 2’02” il Napoli passa in vantaggio: assolo di Hozjan, che salta Alessio Di Eugenio e infila in diagonale Laion in uscita.

La risposta dell’Olimpus al 4’07”: Chimanguinho conquista la palla ma spara a lato da posizione favorevole. Al 6’ Dimas ruba la sfera a Hozjan e riparte, passaggio a Chimanguinho ma Ganho respinge in uscita. Pochi secondi dopo punizione sul fronte opposto per il Napoli: calcia Fortino per Milucci ma Laion sventa sul primo palo.

6’48”, Jorginho controlla e converge, botta di sinistro, Ganho si distende e devia, poi il portiere del Napoli neutralizza un successivo tiro di Lolo Suazo. Al 7’31” triangolazione Renoldi-Milucci-Renoldi, miracolo di Laion in uscita sull’ex Milano. Passano trenta secondi e ancora Jorginho scalda i riflessi di Ganho. Il Napoli controlla la situazione e trova il raddoppio al 10’16”: Fortino appoggia a Foglia che si porta la palla sul sinistro e batte per la seconda volta Laion.

La squadra di Basile sembra essere padrona del campo. Al 10’52” ripartenza di Fortino che sull’uscita di Laion manda la palla ad accarezzare la base del palo, sfiorando il 3-0 che arriva al 12’24”: Laion ribatte il primo tiro di Fortino, che riprende la palla e la serve all’accorrente Renoldi, liberissimo di battere a rete per il nuovo gol partenopeo. E al per poco non arriva anche il poker: tocco da sotto di Renoldi, palla che sbatte sulla traversa. Al 14’34” ci prova Laion dalla lunga distanza, Chimanguinho non riesce nella deviazione e l’occasione sfuma.

15’12”, sul corner di Lolo Suazo è Federico Di Eugenio a provarci al volo ma il suo sinistro termina di un soffio a lato. 17’21”, Hozjan riparte, si fa tutto il campo ma Laion non si fa sorprendere sul tocco di precisione del croato. Proteste Olimpus su un presunto fallo di mano di Hozjan su tiro di Jorginho da posizione defilata a trenta secondi dalla sirena, ma gli arbitri lasciano correre. L’ultimo tentativo è di Dimas ma Ganho intercetta senza problemi: al riposo il Napoli ci va avanti per 3-0.

L’Olimpus riparte a testa bassa, ma è il Napoli a rendersi pericoloso al 2’54”: Hozjan se ne va sulla sinistra ma tentenna per servire Foglia libero sul secondo palo e l’occasione sfuma. Ma è l’antipasto del quarto gol napoletano che arriva al 3’13”: Renoldi ruba palla a metà campo, si invola lungo l’out sinistro e infila di potenza e precisione Laion. D’Orto mette subito Dimas portiere di movimento. Al 3’43” Chimanguinho si infortuna e deve lasciare il campo.

Il lungo fraseggio dell’Olimpus non trova spazi, al 7’11” Fortino intercetta palla e segna a porta vuota dalla sua metà campo: 5-0 e partita in ghiaccio. L’Olimpus ci mette l’orgoglio ma Jorginho trova sul suo sinistro Ganho che respinge con bravura, sulla prosecuzione dell’azione Dimas prende il palo esterno. Partita che pare ormai segnata: l’Olimpus prova a cercare di scardinare la difesa attenta di un Napoli che serra le fila e rischia di segnare anche il sesto gol dalla grandissima distanza. Ganho si oppone anche al destro rasoterra di Laion al 15’30”, dopo che era stato annullato anche il sesto gol a Foglia perché la palla era uscita dalla linea laterale.

Tentativi finali dei romani inutili, Ganho fa buona guardia: il Napoli può alzare al cielo la Coppa Italia.

NAPOLI-OLIMPUS GRUPPO LF 5-0 (pt 3-0)
NAPOLI: Ganho, Perugino F., Hozjan, Fortino, Foglia, Perugino A., De Simone, Milucci, Renoldi, Amirante, Chilelli, Capiretti. All.: Basile
OLIMPUS GRUPPO LF: Laion, Achilli, Jorginho, Di Eugenio A., Dimas, Musso, Pizzoli L., Pizzoli A., Di Eugenio F., Chimanguinho, Benlamrabet, Lolo Suazo. All.: D’Orto
ARBITRI: Colombo di Modena e Plutino di Reggio Emilia, crono: Roscini di Foligno
MARCATORI: pt 2'02" Hozjan (N), 10'16" Foglia (N), 12'24" Renoldi (N), st 3'13" Renoldi (N), 7'11" Fortino (N)
NOTE: ammoniti Hozjan (N), Foglia (N), Di Eugenio F. (O)