New Team Lignano, la prestazione c'è ma il risultato no: sconfitta con l'Araba Fenice dell'ex Pitta

La New Team Lignano perde per 5-3 con l'Araba Fenice dopo una gran prestazione dei lignanesi che arrivavano da una bella affermazione contro il Naonis.  Partita speciale per l’ex Marco Pitta che l'anno scorso a Lignano aveva conquistato il double vincendo Coppa e campionato da protagonista assoluto. 


LA PARTITA - Padroni di casa avanti dopo 30 secondi: Forte riceve palla sulla sinistra e calcia di punta una palla forte sul secondo palo, dove irrompe Dedej a correggere in rete il tiro.  Al 3' è già raddoppio; splendida azione solitaria di Accatante che col sinistro si sposta la palla e calcia centrando il sette alla destra di Agrizzi. Un minuto dopo Dedej si divora il tris e così al 6' si riapre subito il match. Fevereiro riceve la palla da angolo e con un destro potente beffa un non perfetto  Pitta sul primo palo. Pitta che poco dopo interviene chiudendo la via della rete a Karabina che si trova solo davanti a lui dopo uno splendido assist di Solaja.  La New Team Lignano alza i ritmi, ma si va al riposo sul parziale di 2-1, con l’amarezza di non aver concretizzato varie occasioni per portare il risultato in parità alla fine del primo tempo.


Inizio di ripresa con la New team Lignano che parte forte e trova il pari dopo un minuto.  Solito tiro da fuori di Paulinho Fevereiro, che trova la deviazione sotto porta di Beganovic su cui Pitta nulla può. Gli ospiti ci credono e spingono per provare a vincerla, e Pitta chiude bene un paio di volte la propria porta, aiutato anche dalla fortuna e dal palo sul bellissimo diagonale del solito Solaja. Al 14' arriva però l'episodio chiave.  Su una palla messa in mezzo dalla sinistra, Fevereiro impatta la palla col braccio in maniera difficile da interpretare, se volontaria o meno. Per uno dei due direttori di gara è rigore. Sul dischetto va Dedej che non sbaglia e realizza il 3-2. Accusano il colpo subito gli ospiti ed al 15' arriva anche il quarto gol bianconero: contropiede perfettamente gestito da Bulai che con un pallonetto di pura classe pesca Accatante , il quale con un piattone destro al volo insacca alla destra di Agrizzi per il 4-2. L'Araba ha almeno un paio di occasioni per chiudere il match, di cui una clamorosa con Presotto che si divora il gol a tu per tu con Agrizzi ipnotizzato dal portiere e gialloblù. Come spesso accade, se sbagli paghi, e la New Team riapre il match al 19' con Osmani bravo a farsi trovare libero a due passi dalla porta.  Gli ospiti tentano il forcing finale e sfiorano la rete in un paio di occasioni.  A quattro minuti dalla fine si giocano anche la carta del portiere di movimento con Solaja da estremo difensore volante.  A quaranta secondi dalla fine Dedej perde una sanguinosa palla in uscita, ma gli ospiti divorano un due-contro-uno. Sull'ultima azione, invece, Forte è lesto a recuperare palla e spedirla verso la porta sguarnita siglando il 5-3 finale ed il suo primo gol stagionale.


Ufficio stampa New Team Lignano