Nordovest, tutta la soddisfazione di Vettori: ''Ragazzi perfetti, ma la strada è ancora lunga''

Tre punti pesantissimi, che valgono certamente molto di più. Il blitz della Nordovest sul campo della Tombesi Ortona ci lascia tanti verdetti in eredità: la certezza per la Nordovest di andare ai playout, la retrocessione della Mirafin e l'esonero di mister Di Vittorio dalla panchina della Tombesi Ortona. Proprio questo sabato infatti si sarebbe dovuto giocare lo "spareggio" tra Nordovest e Mirafin, reso però vano dal successo dei ragazzi allenati da Vettori e dalla contemporanea sconfitta della Mirafin. E proprio il tecnico della Nordovest, Vettori, commenta così quanto accaduto contro la Tombesi. 

"Per noi era una partita troppo importante - dice -, sapevamo che la Mirafin avrebbe avuto un impegno molto difficile, e volevamo cercare di sfruttare la situazione a nostro vantaggio per arrivare allo scontro diretto con più tranquillità, senza il dover giocare una partita da dentro o fuori. Ci siamo riusciti, i ragazzi sono stati perfetti. Affrontare la Tombesi Ortona in trasferta, per di più costretta a vincere per evitare i playout, e portare a casa il risultato è stato il coronamento di un periodo in cui la squadra si stava esprimendo bene, senza raccogliere risultati. Ripeto, i ragazzi sono stati perfetti, non sono mai usciti mentalmente dalla partita e non era facile, perché ci siamo anche trovati in svantaggio 2-0 dopo aver creato tante occasioni senza sfruttarle. Questo moralmente poteva crearci dei problemi, invece non hanno minimamente accusato il colpo, anzi siamo sempre ripartiti a testa bassa. Abbiamo messo un piccolo mattoncino, ma se vogliamo mettere un muro dobbiamo pensare di non aver fatto nulla. La strada per la salvezza è lunga e difficile, incontreremo nuovamente la Tombesi in casa sua e sarà una partita difficilissima, perché hanno valori importanti ed un'ottima organizzazione: cercheremo di arrivare ancora più pronti".