Salas era in posizione irregolare, il giudice dà ragione al Syn-Bios: col Real San Giuseppe è 6-0!

Quattro pagine. Tanto si sviluppa l’articolata spiegazione che il giudice sportivo della Divisione Calcio a 5, Massimiliano De Renzis, ha elaborato per analizzare tutti i passaggi che lo hanno portato a decidere l’attribuzione della vittoria a tavolino per il Syn-Bios Petrarca in merito al “caso” di Juan Adrian Salas, la cui posizione non regolare è stata stabilita dall’organo giudicante di piazzale Flaminio con il comunicato numero 1342.


In pratica, il “Cholo” non avrebbe potuto prendere parte all’incontro dello scontro 16 aprile che il Real San Giuseppe ha disputato (e vinto per 3-2) con il Syn-Bios, in quanto in capo all’attaccante paraguaiano pendeva ancora una giornata di squalifica infittagli nella stagione 2017/2018 quando militava nell’Alma Salerno, maturata a seguito dell’incontro di Coppa Italia con il Bernalda. Squalifica che Salas non ha scontato in quella stagione per l’eliminazione dalla competizione dell’Alma e che quindi è rimasta in carico all’atleta anche nelle stagioni successive, perchè di fatto il giocatore non è stato mai fermato per quel motivo. 


Fino al momento in cui i dirigenti del Syn-Bios ne hanno rilevato ancora l’esistenza, presentando ricorso, riguardo al quale oggi il giudice sportivo ha emesso sentenza favorevole al club di Paolo Morlino.


Dunque, Real San Giuseppe-Petrarca da 3-2 si trasforma in 0-6. Il Syn-Bios con questi tre punti scavalca il Napoli e si porta al terzo posto a 54 punti, a tre lunghezze dall’Olimpus, mentre gli effetti per il Real San Giuseppe sono devastanti: con i tre punti tolti, i vesuviani scendono a quota 39 e sono matematicamente fuori dai playoff quando manca solo una giornata al termine della stagione regolare. Ma è da credere che il club della famiglia Massa presenterà immediatamente ricorso.



LEGGI QUI IL COMUNICATO N.1342



LA NUOVA CLASSIFICA DELLA SERIE A