Pgs Luce Messina, la corsa play-off si arresta in Calabria: a Lamezia scatta il semaforo rosso

La Pgs Luce Messina non è riuscita a sovvertire i pronostici nella semifinale playoff contro l’Ecosistem Lamezia, vittoriosa in casa per 8-1. I calabresi ipotecano il successo nel primo tempo, chiuso sul punteggio di 5-0 grazie alle doppiette di D’Amato e Patamia e al centro di Barbosa. I biancazzurri, privi dello squalificato portiere Simone Fiumara e con tutti giocatori peloritani, cercano di rispondere, ma non riescono ad essere efficaci nelle finalizzazioni.


Nella ripresa, entrambi i quintetti fanno girare il pallone con gli “orange” che vanno altre tre volte a bersaglio, mentre il giovane Andrea Cucinotta si regala una soddisfazione personale, siglando l’unica rete della formazione dello Stretto. La sconfitta, maturata contro un avversario forte, costruito, la scorsa estate, per occupare le posizioni di vertice, non scalfisce in alcun modo l’ottima stagione della Pgs Luce Messina, che, partita per assicurarsi una tranquilla salvezza, è andata ben oltre le più rosee previsioni della vigilia nel campionato nazionale di serie B di calcio a 5.


Rimarranno, inoltre, nella storia della società presieduta da Fabrizio Caratozzolo le qualificazioni in Coppa Italia e appunto agli spareggi-promozione. Nell’altro incontro in programma, il Città di Palermo si è imposto (10-2) sul Casali del Manco.



Ufficio Stampa Pgs Luce Messina