Pirossigeno Cosenza, contro l'Olimpia il primo brindisi in A: apre Bavaresco e chiude Felipinho

Alla quinta giornata di campionato la Pirossigeno Cosenza ottiene i primi storici 3 punti in Serie A. Lo fa battendo per cinque reti ad una il fanalino di coda Olimpia Verona. A segno per i rossoblù Bruno Petry e Felipinho con una doppietta ciascuno e Bavaresco (in foto di copertina) in un successo così tutto di stampo brasiliano. Inutile la rete del momentaneo pareggio scaligero firmata da Lukaian.

LA CRONACA - Dopo un minuto scarso di gioco è Petry ad impegnare Ricordi. Ancora lupi pericolosissimi: Petry fa la barba al palo. Al 4' fa il suo ingresso in campo Grandinetti, tornato dall'infortunio. L'argentino prova subito ad insidiare la porta ospite ma la sua conclusione termina sul fondo. Altra occasione di marca rossoblù da annotare sul tabellino: sinistro di Marchio, fuori davvero di poco. Subito dopo si fa vedere anche l'Olimpia Verona. Conclusione ravvicinata di Portuga respinta dall'attento Del Ferraro. Passano i lupi all'undicesimo minuto con la puntata vincente di Gustavo Bavaresco. Vicinissimo al raddoppio Fanelli, servito con un lancio lungo e preciso da Del Ferraro. Il Verona perviene al pari al 14' con il gol del solito Lukaian. Palla al centro e Poti, per ben due volte, sfiora il punto del nuovo vantaggio rossoblù. Rete che però arriva grazie al tap in sotto porta di Bruno Petry, lesto a raccogliere un passaggio illuminante di Poti. La prima frazione di gioco si conclude sul tentativo di Jorge Santos respinto da Del Ferraro.

Inizia il secondo tempo con la Pirossigeno subito alla ricerca del terzo gol, sfiorato da Bruno Petry. Minuto 2: Rocha si presenta a tu per tu con Del Ferraro, palla fuori di un soffio. Disattenzione difensiva dei padroni di casa che rischia di costare cara ma il portierone rossoblù si oppone a Lukaian. Al 6' diagonale insidioso di Grandinetti, nulla di fatto. Tris dei lupi sugli sviluppi di una ripartenza letale finalizzata dal Felipinho, giunto al terzo gol in campionato. Sulle ali dell'entusiasmo la Pirossigeno va ancora a bersaglio, con Bruno Petry (doppietta per il brasiliano naturalizzato georgiano). Ci sarebbe gloria anche per Poti se il sinistro dello spagnolo non si infrangesse sulla traversa. Prima dello scadere arriva il gol del definitivo 5-1 dei padroni di casa siglato da Felipinho, doppietta anche per lui.



PIROSSIGENO COSENZA-OLIMPIA VERONA 5-1 (pt 2-1)
COSENZA: Del Ferraro, Poti, Marchio, Bavaresco, Petry. Lambrè, Adornato, Fanelli, Grandinetti, Labate, Pagliuso, Felipinho. All. Tuoto
VERONA: Ricordi, Lukaian, William Rocha, Jorge Santos, Portuga. Mazzoni, Portinari, Nardi, Giannattasio, Ugas, Caique Lemes, El Aafi.. All. Castagna
ARBITRI: Dario Pezzuto di Lecce, Carmine Genoni di Busto Arsizio; crono: Giovanni Loprete di Catanzaro
MARCATORI: pt 11'17" Bavaresco (C), 14'56" Lukaian (V), 16'22" Petry (C), st 08"13" st e 18'32" Felipinho  (C), 08'27" Petry (C)
NOTE: Gara disputata al PalaCosentia di fronte a circa 500 spettatori. Ammoniti: Caique Lemes (V) e Marchio (C).

Daniele Cianflone - Responsabile Comunicazione Pirossigeno Cosenza


foto: Michele De Marco


Galleria