Pirossigeno in A. Una bella rivincita per Scervino: “Non mi aspettavo tutto ciò dopo l’infortunio”

È bastata metà stagione a Francesco Scervino per fare innamorare i tifosi della Pirossigeno Cosenza. Ripartito dalla sua Calabria, in maglia Futura, dopo l’esperienza alla Buldog Lucrezia, condizionata da un brutto infortunio, Scervino si è trasferito nel mercato invernale proprio in rossoblù e le soddisfazioni non sono mancate con la promozione in A al termine dei play-off.

“Che dire, sono stati sei mesi belli ed emozionanti questi vissuti a Cosenza. Un gruppo unito, forte e sempre pronto ad aiutarsi l’uno con l’altro. La società non ci ha mai fatto mancare nulla ed è stata sempre presente. Un percorso bello perché non capita tutti gli anni di vincere i play-off di Serie A2”.

Certamente per te dopo l’infortunio ed i trascorsi alla Buldog, è il giusto premio dopo che l’ultimo periodo è stato indubbiamente fatto di sacrifici…

“Ripartire dopo l’infortunio di un anno fa era per me già una grande emozione. Se poi aggiungiamo il successo conquistato qualche giorno fa, per il quale fatico a crederci, ed anche i 14 gol stagionali, posso dire che non mi aspettavo che dopo un brutto infortunio e i tanti sacrifici ripartivo così. Grazie a Dio lo sport è stupendo anche per questo”.

Scervino conclude.

“Non so ancora bene cosa mi riserva il futuro; ovviamente l’obiettivo è quello di giocare in Serie A. Vedremo cosa succederà più avanti. Una dedica la voglio fare a tutta la famiglia Piro, persone eccezionali, ed a tutta la società del Cosenza, per questa magnifica stagione. Un ringraziamento anche alla mia ragazza perché mi è stata vicina sempre, in tutto e per tutto”.