Hatria, altra tappa da brivido nella Marsica. D'Ambrosio: "Occhio alla Fenice: la trasferta è ardua"

Con il Ripa è stata una vittoria più agevole di quanto ci si fosse potuto aspettare, segno che la squadra di Pablito D’Ambrosio sta progressivamente recuperando la miglior condizione globale. Ma è effettivamente così? La risposta arriva direttamente dall’allenatore dell’Hatria.


“Per quanto riguarda lo stato di forma della squadra direi che ci stiamo riavvicinando ai momenti migliori dopo aver passato un brutto periodo. Credo che già da domani potremmo capire se siamo sulla strada giusta oppure no. Sabato scorso siamo stati bravi a non sottovalutare la partita pur sapendo che il Ripa aveva delle defezioni”.


- Domani ad Avezzano, poi il Minerva: due banchi di prova importanti per preparare il primo scontro ad eliminazione diretta col Magnificat. Cosa ti aspetti sul piano della prestazione nei prossimi otto giorni?


“Non possiamo fare programmi, dobbiamo pensare solo alla partita di domani perché ci aspetta una trasferta difficilissima contro una squadra ostica e soprattutto ben organizzata”.


All’assenza, già da un po’ di tempo, definitiva di Marcone, ora si è aggiunta anche quella di Calista, di fatto inutilizzabile per il resto della stagione. Per l’Hatria, insomma, da questo punto di vista continua ancora a piovere sul bagnato.







Foto: Lino Di Giampiero (IK6MSN)