breaking news

02/06/2024 18:05

Pordenone, rigori fatali dopo la grande rimonta. Giampaolo Junior riporta in Serie A il Manfredonia

Il sogno del Pordenone di approdare per la prima volta in Serie A termina ai rigori che nella finale playoff di Faenza premia invece il Manfredonia: il pugliesi ritornano in massima categoria grazie al penalty decisivo di Roberto Giampaolo, a segno proprio sotto gli occhi di papà Luca. Una finale emozionante con le due squadre che in campo non si sono mai risparmiate dando tutto fino alla fine. 

LA CRONACA - Taliercio, asso dei sipontini, scalda subito le mani a Vascello, altrettanto fa il neroverde Langella con Glielmi. Dopo un minuto e mezzo grande occasione per i ramarri: proprio Langella sgroppa sulla sinistra e verticalizza per Ziberi che da posizione centrale non inquadra lo specchio. Anche lo stesso Langella va poi alla conclusione impegnando Glielmi. Dall’altra parte i pugliesi si fanno sentire con la fisicità di Ronaldo e il tiri di Murgo. A metà frazione il punteggio è ancora fermo sullo 0-0, ma le due squadre si esprimono su alti livelli di intensità: è proprio una finale per salire in Serie A. L’equilibrio però si sblocca a 11’23” quando Barbieri fulmina Vascello con un tiro secco poco fuori dall’area. La compagine sipontina insiste con Taliercio ma Vascello chiude lo specchio parando col piede. Nel momento di maggiore difficoltà però gli uomini di Hrvatin escono fuori con coraggio e trovano il pareggio: al 13’ Chtioui si inserisce per via centrali senza lasciare scampo a Glielmi. La gioia neroverde dura poco perché i pugliesi passano in avanti ‘usufruendo’ dello sfortunato autogol di capitan Finato, che devia in rete il pallone messo in mezzo da Ronaldo. Al 15’ invece Grigolon getta alle ortiche una clamorosa occasione per pareggiare, senza centrare lo specchio della porta da dentro l’area, dopo il recupero prezioso di Stendler. Al 19’ ghiotta doppia opportunità per Minatel che prima costringe Glielmi a un intervento super, poi centra il montante. A sette secondi dall’intervallo gol letteralmente mangiato da Taliercio che in contropiede sfiora soltanto il palo. Si va così a riposo fermi sul 2-1.

La ripresa si apre nel segno del Pordenone, che si riaffaccia dalle parti di Glielmi con Stendler. Al 5’ della ripresa Grigolon ancora protagonista: il numero 14 neroverde scheggia il palo con una mezza acrobazia da distanza ravvicinata. Ma è solo il preludio al pareggio di Ziberi che va al tiro da fuori area sugli sviluppi di un corner: 2-2 al 6’ del secondo tempo. Si arriva a metà frazione e Ziberi su punizione centra l’esterno della rete. Al 12’ il Manfredonia raggiunge il quinto fallo. Intanto Stendler si ripropone in avanti, mentre Vascello salva su Zullo. 3’15” dalla fine e Langella scheggia il montante con un destro violentissimo. Gli ultimi minuti sono a marca pordenonese, ma il forcing dei ramarri non è sufficiente per evitare i tempi supplementari.

A 3’36” del primo supplementare, Giampaolo si invola da solo verso la porta, ma viene atterrato da Minatel all’altezza del tiro libero: alla battuta del conseguente calcio di punizione Taliercio non sbaglia e riporta avanti i pugliesi. A 18” dalla fine salvataggio provvidenziale di Vascello ancora sul 5 biancazzurro. 

Nel secondo tempo dell’extra-time il Pordenone fatica a trovare gli spazi giusti. A metà frazione poi gli stessi ramarri raggiungono il quinto fallo. A -2’ dalla fine Hrvatin si gioca Minatel per il power-play. Ormai l’epilogo sembra deciso, ma ecco che a 9” dal fischio finale arriva la zampata di Grigolon che porta il match ai calci di rigori, visto che poco prima della sirena Ronaldo sfiora di un nonnulla il tiro da fuori di Taliercio. Alla lotteria dei tiri dal dischetto fatali risultano essere gli errori di Stendler e Minatel. Di Giampaolo il penalty finale realizzato con successo che riporta il Manfredonia in Serie A.


MANFREDONIA-PORDENONE (pt 2-1, st 2-2, pts 3-2, sts 3-3) 7-5 d.c.r.

MANFREDONIA: Glielmi, Ronaldo, Taliercio, Murgo, Barbieri, Manzella, Zullo, Djelveh, Nenna, Giampaolo, Maiolo, Vallarelli. All. Ceppi

PORDENONE: Vascello, Ziberi, Stendler, Grigolon, Langella, Della Bianca, Grzelj, Bortolin, Chtioui, Finato, Minatel, Paties. All. Hrvatin

ARBITRI: Barillà di Cinisello Balsamo, Filippi di Bergamo, Cocco di Parma. CRONO: Lupo di Palermo

MARCATORI: pt 11'23" Barbieri (M), 12'54" Chtioui (P), 13'45" aut. Finato (M); st 5'20" Ziberi (P); pts 3'37" Taliercio (M); sts 4'51" Grigolon (P)

NOTE: ammoniti Ronaldo (M), Minatel (P), Grzelj (P) per gioco falloso

SEQUENZA CALCI DI RIGORE: Stendler (P) fuori, Ronaldo (M) gol, Langella (P) gol, Taliercio (M) gol, Della Bianca (P) gol, Barbieri (M) gol, Minatel (P) parato, Giampaolo (M) gol 





Foto: Giovanni D'Avino - Divisione Calcio a 5