breaking news
  • 17/05/2021 17:00 #PlayoutSerieA, definite le date: Mantova-Aniene il 22 maggio, ritorno il 29
  • 17/05/2021 16:05 #PlayoffSerieA: oggi alle 16.30 si gioca gara-3 tra Kick Off e Bisceglie
  • 17/05/2021 13:40 Coppa Italia U19: Regalbuto-Roma anticipata di un'ora, si gioca mercoledì alle 15
  • 17/05/2021 13:05 Play-out Serie A2 femminile: il ritorno tra Mediterranea e Cometa si gioca al PalaConi
  • 14/05/2021 22:44 Serie A2 Femminile, playout girone C: Spartak Caserta-FB5 il 23 maggio, gara-2 il 6 giugno
  • 14/05/2021 22:43 Serie A, le nuove date dei playout: Aniene-Mantova sabato 22 maggio, ritorno il 29
  • 14/05/2021 22:39 Piemonte, Serie C1: Avis Isola-Top Five 5-1 nell'anticipo della 7ª giornata di andata
  • 13/05/2021 22:44 Puglia, Serie C1: nel recupero della seconda giornata Futsal Noci-Brindisi 4-1

10/04/2021 11:00

Potenza Picena, si pensa già al futuro. Perugini riconfermato: “Felicissimo di questo rinnovo”

In casa Potenza Picena si guarda già al futuro e, dopo le conferme di Montagna, Di Matteo e Piovesan, è arrivato anche il rinnovo per l’allenatore, Paolo Perugini. La 2021-2022 sarà di fatto la terza stagione sportiva per lui sulla panchina giallorossa.

“Sono molto contento di essere stato riconfermato. In questa società mi trovo benissimo; un ambiente sereno e composto da brave persone. Si sta programmando la prossima stagione, mentre in nostro campionato di quest’anno sta ormai volgendo al termine. Non possiamo raggiungere, purtroppo, i play-off; non siamo ancora matematicamente salvi, ma ci manca poco, un punto, per condurre in porto anche la permanenza in B, tenuto conto che potrebbero anche cambiare i parametri relativamente alle retrocessioni, ma noi siamo comunque tranquilli”.

L’allenatore prosegue.

“La società si sta organizzando per l’anno prossimo, viste già le conferme nel roster per Montagna, Di Matteo e Piovesan oltre la mia. Ripeto, sono molto contento di restare in questa società ambiziosa e che sta cercando di crescere già dal suo primo anno in un campionato nazionale. Magari ci sono stati degli errori, in più momenti della stagione, ma è anche vero che abbiamo avuto oltre ad episodi sfortunati, una sfilza di indisponibilità che ci hanno portato nei mesi di febbraio e marzo a giocare con una media di tre assenti a partita, tra squalifiche, Covid ed infortuni. Un vero peccato perché è capitato nel nostro momento migliore, coincidente con il momento clou della stagione. Ci aspettavamo tutti di più, però alla fine è andata così. Ne prendiamo atto e puntiamo a programmare cercando di mantenere delle basi e di minimizzare gli errori”.