breaking news
  • 10/04/2021 14:50 Serie B, girone E: positività nello Sporting Hornets, non si gioca la gara di Fabrica
  • 10/04/2021 12:37 Serie A2 femminile: Mediterranea-VIP slitta al 18/4, si giocherà a San Martino di Lupari
  • 10/04/2021 12:35 Serie B, girone A: Ossi-Lecco si gioca stasera a Porto Torres con inizio alle ore 21,30
  • 10/04/2021 12:33 Serie B, girone B: il Giorgione messo in isolamento, salta la gara di oggi a Sedico
  • 09/04/2021 18:39 Serie B, girone H: positivi nel gruppo del Canicattì, rinviata la partita con l'Acireale
  • 09/04/2021 18:39 Serie A2, girone B: ancora positività nella Mirafin, rinviata la sfida contro il 360GG
  • 09/04/2021 18:38 Serie A2 femminile: il Santu Predu non si presenta con la Best Sport, 0-6 e penalizzazione

10/02/2021 10:16

Pro Patria e OR si prendono un punto a testa: ma il pareggio è oro colato per la squadra di Greco

Finisce 3-3 il recupero fra Pro Patria San Felice e OR Reggio Emilia, ma è un pari in rimonta che mostra tutto il cuore, la grinta e la forza di una squadra indomita, scesa in campo con mezzo roster indisponibile (sarebbe pure un bel quintetto: Vittori, Vignoli, Marzano, A. Halitjaha, El Madi) con coach Greco costretto a giocarsi la grande sfida con sei uomini di movimento a referto. Eppure la partita è preparata al meglio, l'emergenza moltiplica le forze e ne esce una gara memorabile.


LA CRONACA - Intenso, combattuto, equilibrato: il primo tempo è degno di un big match, con la Pro Patria subito avanti con Salerno su lancio educatissimo di Straface e più volte vicina al raddoppio, mentre l'Olimpia concede ma resta lucida. Il pari di Ferrari arriva nel momento migliore dei giallorossi ed è un mezzo regalo, così come, a un minuto dal termine del tempo, anche il vantaggio reggiano di bomber Ruggiero è figlio di una disattenzione fatale per i giallorossi, peraltro subito dopo il palo di Valtin Halitjaha che avrebbe significato il vantaggio. Dal possibile 2-1 all'1-2, la frazione si chiude così con l'amaro in bocca.


Zoppica anche Straface, l'emergenza è sempre più piena. Un palo lo timbra anche Salerno nella ripresa, il pari sarebbe meritato sebbene non manchino nemmeno all'Olimpia le occasioni per allungare. Il limite dei cinque falli complica la gestione della gara e a 5'38" dal termine l'1-3 di Aieta sembra mettere fine ad ogni speranza, anche perché l'ennesimo legno - un clamoroso retropassaggio di testa che supera il portiere granata e termina sul palo - sfibra anche i più ottimisti. Invece no: Drago le riaccende con il 2-3, poi a 3'13" dalla fine Salerno completa con la doppietta personale una rimonta epica che, nell'incandescente minuto finale in cui l'Olimpia prova il tutto per tutto, Annichiarico prima e Quaquarelli (suo l'ultimo salvataggio) conservano.



PRO PATRIA SAN FELICE-OR REGGIO EMILIA 3-3 (pt 1-2)

PRO PATRIA SAN FELICE: Raveda, Drago, Halitjaha V., Adduci, Quaquarelli, Straface, Salerno, Melotti, Annichiarico. All. Greco

OR REGGIO EMILIA: Vezzani, Edinho, Beatrice, Ben Saad A., Bonini, Ferrari, Ruggiero, Santoriello, Aieta, Ben Saad K., Mazzariol, Montanari. All. Grossi

ARBITRI: Criscione di Bergamo e Puzzonia di Como (Crono: Mestieri di Finale Emilia)

MARCATORI: pt 1’54” Salerno (P), 8’56” Ferrari (OR), 19’00” Ruggiero (OR); st 14’22” Aieta (OR), 14’44” Drago (P), 16’47” Salerno (P)

NOTE: ammoniti Ferrari, Ben Saad A., Salerno e Drago.