Sampdoria, rimpasto tecnico in vista: Lombardo riprende la direzione sportiva, Cipolla in panchina

La notizia era già nell’aria ma non è stata certamente la sconfitta di Mestre con il Campello Motors a portare il presidente Matteo Fortuna a decidere per un avvicendamento tecnico alla guida della sua Sampdoria. Diciamo che il ko di sabato scorso ha in un certo senso accelerato la decisione del massimo dirigente doriano di riportare Michele Lombardo dietro la scrivania, per occupare quel ruolo dirigenziale di cui proprio Fortuna avvertiva la necessità in chiave di riassetto organizzativo.


Dunque, il dado si può dire che è stato tratto ma senza che il doppio ko che costringe la Sampdoria nelle retrovie della classifica del girone B di seconda divisione possa passare come il pretesto per cambiare manico a una squadra che ha comunque bisogno di una forte sferzata per cominciare a dimostrare il suo potenziale. 


Insomma, da sabato sera, dal momento in cui terminerà la gara tra Sampdoria e Cus Ancona, Michele Lombardo consegnerà le chiavi della prima squadra a Francesco Cipolla, il prescelto dal presidente Fortuna per programmare la scalata verso le zone che competono ai blucerchiati, sia per blasone che per effettiva potenzialità di un roster che, tra l’altro, potrebbe presto ricevere nuova linfa dai rinforzi che la società sta trattando.


Cipolla arriverà a Genova domenica e da lunedì prenderà possesso a pieno titolo della Sampdoria, rilevandone la conduzione da Lombardo con il quale sta trascorrendo questi giorni in costante contatto conducendo le sedute di allenamento “a distanza”. E da lunedì Lombardo riprenderà in mano il suo ruolo dirigenziale “sacrificato” per la gestione della prima squadra, nella seconda parte della scorsa stagione in Serie A e in questo primo scorcio di campionato.


Lombardo, dunque, tornerà a ricoprire l’incarico di direttore sportivo della Sampdoria, collaborerà con Cipolla e affiancherà nella stanza dei bottoni il presidente Fortuna, che potrà sempre contare sulla collaborazione del direttore generale Paoletti e del direttore tecnico Hugo De Jesus. Questo da lunedì. Adesso c’è un solo obiettivo a cui puntare: battere il Cus Ancona per mettere in cassa la prima vittoria e rilanciarsi in classifica. Poi toccherà a Cipolla riportare la Samp dove tutti si aspettano che possa (e debba) andare a collocarsi.