Il Sardinia a Isola d'Asti. Loddo, ideona da tre punti: ''In trasferta non ci siamo ancora riusciti"

Il Sardinia Futsal inizia il girone di ritorno (senza aver terminato quello di andata, tra l’altro) con la qualificazione alla Coppa Italia in tasca e con la possibilità di poter giocare la prima gara delle semifinali delle qualificazioni in casa. Chiediamo a Mattia Loddo un bilancio di come è andata la stagione fino a questo punto e se il giocatore cagliaritano si ritiene soddisfatto tanto del rendimento della squadra quanto delle sue prestazioni.


“Sicuramente un rendimento che non ci saremo aspettati ad inizio anno e che ha superato le nostre aspettative, ma il campo parla e quando una squadra sa di avere potenzialità capisce dove puó arrivare. La squadra sta reagendo bene alla pressione dell'alta classifica ed è ora il momento di dare ancora di più, perché da questo punto in poi sarà tutto in salita. Come la squadra anche io sto cercando di dare tutto ció che posso per aiutare nel migliorare i risultati, ho ancora molto da imparare ma questa stagione mi sta regalando grandi soddisfazioni, quindi non posso che essere contento di tutto”.


- Ripartite dall'ennesima trasferta nel continente, affrontando un'Avis Isola che ha rinforzato il roster col mercato di riparazione per puntare ai playoff. Quali saranno le difficoltà del match e in quali condizioni psicofisiche lo affronterete? Ci sono novità a livello di formazione?


“Non sarà di certo una sfida facile, a partire sopratutto dalla caratura della squadra avversaria che oltre a dei giocatori già esperti ha aggiunto nuove pedine di sicura qualità. Peró sappiamo quanto è importante vincere, specie fuori casa, visto che per ora le trasferte ci hanno sempre negato i tre punti. La squadra si è allenata bene e sappiamo che dobbiamo fare una partita di sacrificio, ma noi ci siamo e continueremo a dimostrarlo sul campo”.