Soccer Montalto ora puoi festeggiare. Bisignano: “Obiettivo centrato, ma peccato per i play-off”

Una salvezza da “mission impossible” divenuta “possible” grazie alla simbiosi tra gruppo-squadra, staff tecnico e società. La Soccer Montalto supera il Mortellito e brinda alla salvezza. La felicità e le emozioni raccolte nelle parole di capitan Bisignano.

“Una salvezza che a dicembre sembrava un'utopia è diventata finalmente realtà. Le emozioni sono state forti e finalmente è svanita quella tensione che io e i miei compagni avevamo accumulato per inseguire questo clamoroso obiettivo, sul quale penso nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla riuscita”.

E che partita è stata contro un Mortellito che, nonostante fosse già retrocesso, è stato esattamente come ve lo aspettavate, vale a dire un avversario che non ha mollato fino alla fine.

“Il Mortellito ha fatto ciò che si doveva fare, cioè giocarsi la partita, nel rispetto di chi ha investito tempo e denaro durante una stagione”.

Il tuo bilancio stagionale? Aspetti positivi, rimpianti?

“Il nostro obiettivo principale era la salvezza, essendo una matricola alla prima esperienza nel nazionale. Ma il rammarico di non poter disputare i play-off, per quello che abbiamo dimostrato nel finale di stagione, è tanto. Colgo l’occasione per ringraziare la società, il direttore Covello e il mister De Giovanni. Li ringrazio, a nome di tutta la squadra, per non averci abbandonato nei momenti di sconforto e per aver creduto in noi. Ora ci attende l'ultima di campionato in quel di Lamezia e di certo faremo di tutto per regalarci un'ultima gioia”.