Soccer Montalto, Covello a tutto tondo: “A Palermo è un bivio per capire dove possiamo arrivare”

Di ritorno dalla lunga sosta che è toccata anche al girone H, la Soccer Montalto è pronta a tuffarsi negli ultimi quattro appuntamenti della regular-season, cercando gli ultimi punti per una salvezza che sembra già possa arrivare con largo anticipo, ma è pur vero che i calabresi di De Giovanni strizzano l’occhio alla zona play-off e, a detta del direttore sportivo Francesco Covello, i suoi ragazzi ci proveranno fino all’ultimo.

“Le pause così lunghe del campionato possono avere due letture – dice Covello. – Una positiva per recuperare un po’ di forze psicofisiche e qualche acciacco, nonché riequilibrare meglio quei dettagli che per motivi diversi c’è stato poco tempo di rivedere; ma anche una negativa. La pausa prolungata interrompe magari la concentrazione o la continuità che si era raggiunta e nel nostro caso uscivamo da un buon filotto di gare determinanti, che ci hanno portato ai 25 punti attuali, quelli che ci hanno allontanato dalla zona calda dei play-out, avvicinandoci addirittura a sole tre lunghezze dai playoff. Abbiamo cercato di mantenere anche in questo periodo la tensione alta, anche se le gare ufficiali ti danno quella adrenalina in più che ti permette di allenarti di un certo tipo. Insieme allo staff tecnico abbiamo comunque fatto un buon lavoro, al fine di farci trovare pronti alla ripartenza. Adesso sta ai ragazzi rimettersi in gioco per raggiungere già da sabato quei punti che servono per l’obiettivo primario della salvezza, aritmetica. Ci fidiamo dei nostri calcettisti che sanno, ormai, grazie anche al gran lavoro del tecnico, cosa fare”.  

Mister De Giovanni e gli innesti di mercato hanno dato la scossa sperata.

“Personalmente ho sempre creduto anche nei momenti difficili di potercela fare. Ho preso decisioni importanti, ho creduto in molti giocatori che hanno sudato da agosto dando sempre il loro contributo, come Bisignano, Metallo, Ferrari, Bracci, Giudice e Peralta. Lo zoccolo duro che, escluso Peralta, ci portiamo avanti dalla vittoria della C1. Di fatto il nostro girone di ritorno dice cinque vittorie in sette partite e il lavoro del mister De Giovanni, del suo staff e della società, oltre il mio costante impegno nel tenere i fili e l’equilibrio nella gestione, si sono visti. Non era e non è stato facile risalire la china ad una squadra che a novembre era a zero punti, ma la disponibilità dei ragazzi verso il mister ed il gran lavoro fatto in sinergia ha fatto sì che oggi siamo qui a lottare anche per traguardi più importanti”.

Il direttore sportivo prosegue.

“Gli innesti come Casella, Salerno, Guerrero e Abate, hanno apportato ad una buona base il giusto equilibrio. Ovviamente De Giovanni per me è stato il collante giusto per il miglioramento tecnico-tattico del roster messogli a disposizione, dando una nuova e giusta mentalità ad ogni singolo giocatore. Da qui la svolta ottenuta sino ad oggi. Detto ciò, io e la società, visti gli sforzi continui a garantire da sempre il massimo confort e gli impegni presi verso tutti, ci auguriamo un finale al di sopra delle aspettative di tutti quale meriteremmo, lasciando poi il palcoscenico a chi è stato protagonista perché sono certo che lo meriteranno”. 

E tu, forse più di tutti, hai creduto che la risalita fosse possibile…

“Un grande direttore ed una grande società devono metterci la faccia sempre nei momenti difficili, perché quando si vince tutto è più semplice. Bene il nostro segreto è stato quello di saper gestire i momenti più bui. Ringrazio la società, il mister e i ragazzi per quello che ogni giorno mi danno oltre la fiducia continua, ma voglio ringraziare anche l’ottima collaborazione di supporto allo staff tecnico Luca Gencarelli, nonché Matteo Grispino, mio collaboratore di fiducia, che mi segue dietro le quinte occupandosi della comunicazione social ed organizzazione”.

E il rush-finale inizia dalla tappa di sabato in casa del Palermo.

“Il nostro obiettivo è la salvezza prima di tutto. Raggiunta quella di certo non molleremo ciò che verrà, provando a vincere tutte le gare. Saranno quattro finali è già sabato ci tocca la prima contro un Palermo grintoso e ben attrezzato che non vuole certamente perdere il passo, ma siamo pronti. Al contempo è per noi un gran bivio per capire dove si può arrivare”.

Sui prossimi avversari Covello conclude.

“Il Palermo credo ha fatto fin ora un ottimo cammino. I suoi obiettivi credo siano opposti ai nostri. Nonostante abbia perso terreno dal primo posto ha comunque un roster attrezzato per vincere il campionato. Arriva anche dalle Final Eight di Policoro, quindi, hanno mantenuto il ritmo partita oltre l’entusiasmo indipendentemente poi dal risultato ottenuto. Mi aspetto, pertanto, una gara difficile, ma siamo consapevoli di potercela giocare ovviamente avendo il giusto approccio alla gara e rispettando l’avversario. Sono certo che i miei giocatori ce la metteranno tutta. In queste ultime gare vincerà chi sta meglio mentalmente”.