breaking news

04/01/2022 23:02

Una finale vietata ai deboli di cuore: la Supercoppa sorride ancora all'Italservice, ma che Feldi!

Al PalaSele di Eboli un partita infinita e bellissima vede l’Italservice Pesaro mettere in bacheca la Supercoppa, il primo trofeo del nuovo anno. Onore ad una immensa Feldi Eboli, e complimenti al Pesaro che dopo il trionfo del 2019 scrive il suo nome nell’albo d’oro della Supercoppa italiana anche il 4 gennaio 2022 sconfiggendo i rivali per 6-5 dopo due tempi supplementari (i tempi regolamentari erano terminati 4-4).

CRONACA - Al 2’ scambio Canal-Borruto, con quest’ultimo che cade a terra nell’area piccola. Il Pesaro reclama il calcio di rigore che però non viene assegnato. La Feldi tiene bene il campo ma le accelerazioni degli uomini di Colini (in particolare di Fortini) sono micidiali: su una di queste al 5’ De Oliveira si vede respingere il tiro da un ottimo intervento di Dal Cin. Al 7’ occasione questa volta per la Feldi, conclusione di Calderolli con deviazione in corner dell’attento Cianni che due minuti dopo fa una bella parata su un tiro di controbalzo di Romano. Molto pericolosa l’Italservice poco dopo con De Oliveira il cui tocco viene salvato quasi sulla linea di porta da Vavà. Le occasioni fioccano da una parte e dall’altra ma si resta sul risultato di partenza. Buona chance per la Feldi al 17’ con Schiochet che di pochi centimetri manca l’aggancio con la sfera a pochi passi dalla porta. Ad 1’ e 20’’ si smuove il punteggio: è un diagonale di Calderolli che sfrutta l’assist al bacio di Schiochet a siglare l’1-0 in favore dei campani. Nell’occasione lo squillo della Feldi trova la complicità di un’uscita errata di Pesaro. La prima frazione termina con il parziale in favore degli uomini di Samperi.

Nella ripresa è Salas a spaventare al 2’ Dal Cin dopo un assist di Cuzzolino. Al 3’ con un destro potente Caponigro scalda le mani di Cianni. Al 4’ l’Italservice pareggia con una bella giocata di Salas che apparecchia per De Oliveira che fa 1-1. La raggiunta parità scuote la formazione di Colini che mostra maggiore incisività e fluidità nel gioco rispetto alla prima frazione, ma è la Feldi al 6’ a passare di nuovo con Romano che fa centro direttamente dalla rimessa laterale; vibranti proteste della formazione marchigiana (in campo e in panchina) che lamenta il fatto che la palla non fosse stata toccata dal portiere Cianni. I direttori di gara nonostante le proteste di Pesaro convalidano la rete (2-1) segnalando un tocco dell’estremo difensore dell’Italservice sia pure leggero. Problemi poi al cronometro e la gara va in stand-by per circa tre minuti di tensione. Pesaro non ci sta e Salas si mette in proprio trovando la rete del nuovo pareggio (2-2) quando è trascorso da poco il decimo minuto. Ma una perla di Murilo Schiochet con una bomba da distanza siderale porta di nuovo avanti la Feldi (3-2) appena trenta secondi dopo. Borruto serve a Canal la palla del nuovo aggancio, ma la palla termina alta. A 6’ dal termine ancora Dal Cin molto bravo a dire di no ad un bolide di Canal. Gol sfiorato-gol subito, quasi sul capovolgimento di fronte è Calderolli a rubare palla e a siglare il 4-2 per la sua squadra, L’Italservice non si scompone e ancora con Salas sigla la rete che avvicina i campioni di Italia nel punteggio (4-3). Un tiro di precisione e efficacia che manda la palla in buca d’angolo. Con il portiere di movimento è Taborda a siglare poi il gol del 4-4 a tre minuti dalla fine con la rimonta che si completa in favore dell’Italservice. Si va ai supplementari.

Nel primo over-time è Borruto a portare in vantaggio per la prima volta l’Italservice, con il “cobra” che sfrutta bene un assist di De Oliveira (5-4). In questo primo segmento non succede più niente. Nel secondo ed ultimo tempo supplementare ci prova Schiochet dopo 40 secondi, ma Cianni non si lascia sorprendere e difende bene la sua porta. Feldi con il quinto uomo, la soluzione premia ed è ancora Fabrizio Calderolli a trovare al termine di un’azione insistita il gol del 5-5. Incredibile partita: Pesaro ancora avanti con Honorio per il gol del 6-5 ad un minuto dalla fine. La Feldi ci prova fino all’ultimo con Trentin e Schiochet, ma Pesaro resiste e fa festa.

Onore alle due squadre che hanno onorato il futsal con un eccellente spettacolo tecnico ed emotivo, ma la festa è per gli uomini di mister Colini, il tutto sotto le telecamere di Sky Sport.

 

ITALSERVICE PESARO-FELDI EBOLI 6-5 dopo t.s (pt 0-1, st 4-4)

ITALSERVICE PESARO: Cianni, Tonidandel, Salas, Borruto, Canal, Ceccolini, Mariani, Fortini, Honorio, Taborda, Cuzzolino, De Oliveira, De Luca, Vesprini. All. Colini

FELDI EBOLI: Dal Cin, Romano, Pesk, Calderolli, Schiochet, Vavà, Caponigro, Trentin, Bissoni, Senatore, Melillo, Selucio, Glielmi, Pasculli. All. Samperi

ARBITRI: Luigi Alessi (Taurianova), Michele Ronca (Rovigo), Salvatore Minichini (Ercolano); crono Antonio Marino (Agropoli)

MARCATORI: pt 18’40’’ Calderolli (FE); st 3’50’’ De Oliveira (P), 6’28’’ autogol Cianni (FE), 10’09” Salas (P), 10’48” Schiochet (FE), 13’53” Calderolli (FE), 14’59” Salas (P), 17’14’’Taborda (P); p.t.s. 2’06’’ Borruto (P), s.t.s. 3’01 Calderolli (FE), 3’58” Honorio (P)

Ammoniti: Schiochet (FE), Bissoni (FE), Vavà (FE), Borruto(P), Taborda (P), De Luca (P)

 

ALBO D’ORO AGGIORNATO SUPERCOPPA ITALIANA SERIE A
1992 BNL Roma, 1993 n.d., 1994 Ladispoli, 1995 n.d., 1996 n.d., 1997 Torino, 1998 n.d., 1999 Torino, 2000 n.a., 2001 n.d., 2002 Prato, 2003 Prato, 2004 Arzignano, 2005 Perugia, 2006 Arzignano, 2007 Luparense, 2008 Luparense, 2009 Luparense, 2010 Marca, 2011 Marca, 2012 Luparense, 2013 Luparense, 2014 Acqua&Sapone, 2015 Pescara, 2016 Pescara, 2017 Luparense, 2018 AcquaeSapone, 2019 Italservice Pesaro, 2020 non assegnata, 2021 Italservice Pesaro


emme elle


foto: Divisione C5

 


Galleria